Per l’opposizione è necessario e urgente un confronto che veda presente anche il commissario alla Sanità Toma


ISERNIA. Sanità isernina e scenari futuri: nove consiglieri di minoranza hanno annunciato di aver inviato nella mattina di oggi la richiesta di convocazione del Consiglio comunale in seduta straordinaria monotematica, invitando a partecipare il commissario alla Sanità Donato Toma.

“Le motivazioni della richiesta – si legge in una nota congiunta dei consiglieri Marco Amendola, Filomena Calenda, Domenico Chiacchiari, Linda Dall’Olio, Vincenzo Di Luozzo, Raimondo Fabrizio, Giovancarmine Mancini, Gabriele Melogli e Cesare Pietrangelo – sono da individuarsi nel complesso e confuso scenario che sta interessando la città pentra sull’annoso tema della Sanità.
Nei giorni scorsi infatti il commissario alla Sanità nonché presidente della Regione Toma, ha comunicato l’intenzione di programmare la realizzazione di un nuovo presidio ospedaliero sul territorio comunale coinvolgendo l’amministrazione, attraverso una lettera indirizzata al sindaco di Isernia, per l’individuazione e l’indicazione del miglior sito disponibile da destinare alla realizzazione dell’opera”. Ma hanno fatto discutere “le contrastanti e contraddittorie reazioni, accompagnate da inopportuno sarcasmo, da parte di esponenti della Giunta Castrataro e la successiva nota possibilista del sindaco”.

Per le minoranze consiliari, si tratta di “una grande opportunità per la città, che vedrebbe l’attuale presidio ospedaliero sostituito da una nuova ed efficiente struttura grazie allo stanziamento di circa 130 milioni di euro, di cui 44,5 milioni della ripartizione dei fondi del Pnrr e
79 milioni dell’articolo 20 (edilizia sanitaria), straordinaria opportunità che naturalmente ha già suscitato l’interesse dei sindaci dei comuni limitrofi Per questo dall’oppisizione ritengono doveroso e urgente un confronto in Consiglio comunale alla presenza della struttura commissariale, visti anche i tempi stretti di programmazione”.

Inoltre le minoranze ricordano di aver chiesto, avanzando al sindaco esplicita istanza in sede di Consiglio comunale, la necessità di convocare una seduta consiliare straordinaria, alla presenza del commissario al fine di discutere del redigendo Piano Operativo Sanitario 2022-2024.
“Avendo appreso – scrivono ancora nella nota – inoltre dell’immediato riscontro, da parte del commissario Toma, che comunicava la disponibilità a partecipare già lo scorso lunedì 21 febbraio, successivamente annullata su richiesta del sindaco, chiedono al presidente del Consiglio e al sindaco di convocare, nei tempi previsti dal regolamento e comunque nel più breve tempo possibile, la seduta straordinaria monotematica che consenta al consiglio comunale un dialogo costruttivo con il commissario alla Sanità sui temi esposti di vitale importanza per la città di Isernia”.