HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Revisione caldaie, proroga e multe ridotte. Nola: evitare vecchie sanzioni da migliaia...

Revisione caldaie, proroga e multe ridotte. Nola: evitare vecchie sanzioni da migliaia di euro

La proposta del M5s, che ha portato l’argomento in Commissione, per predisporre un disegno di legge da portare in Consiglio regionale


CAMPOBASSO. Revisione caldaie, dopo la proroga dei termini previsti per le verifiche agli impianti, e la mitigazione delle multe legate ad eventuali inadempimenti, il M5s chiede di intervenire per evitare le sanzioni cumulate da migliaia di euro.

“Se n’è discusso in seconda Commissione, dove avevo già sollevato il problema degli accertamenti – ha evidenziato Vittorio Nola – E ieri abbiamo lavorato per ottenere un altro importante impegno a tutela dei cittadini. In Commissione abbiamo ascoltato i referenti della Regione Molise, per lavorare insieme ad un disegno di legge, che potrebbe mitigare l’impatto dei controlli. Basti pensare che ci sono, ad oggi, circa 5.000 ricorsi pendenti, per multe che raggiungono anche diverse migliaia di euro”.

Nella proposta di legge, approvata all’unanimità in Commissione e che sarà discussa a breve in Consiglio regionale, è previsto un deciso taglio delle multe. I tetti delle sanzioni, infatti, dovranno raggiungere un massimo di 600 euro, a fronte dei 1.500 euro attuali. Un’ottima notizia per cittadini e caldaisti, che nei mesi scorsi hanno segnalato l’impossibilità di concludere i controlli agli impianti entro il 31 gennaio, data di scadenza stabilita dalla Regione.

“Recentemente, facendoci carico delle preoccupazioni e delle difficoltà di famiglie e lavoratori – ha rimarcato Nola – come M5S avevamo già chiesto ed ottenuto la proroga degli accertamenti al 31 marzo. Ma oggi, soprattutto alla luce di un ‘caro vita’ che sta mettendo in affanno tutti i cittadini, il solo slittamento dei controlli non bastava. Bisognava e bisogna ancora fare molto di più. Insieme ai colleghi del MoVimento 5 Stelle proporrò un’ulteriore modifica alla proposta di legge. A nostro avviso, gli accertamenti dovrebbero riguardare solo l’ultimo anno solare. Di conseguenza, non dovrebbe essere più possibile comminare sanzioni cumulate: ciò eviterebbe che i cittadini si trovino a pagare migliaia di euro per i mancati controlli riferiti agli anni precedenti”.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

La lunga notte degli artisti di strada, il 13 agosto ‘Termoli...

Spettacoli itineranti, musica, mangiafuoco e un laboratorio di danza in programma, nel borgo e sul mare TERMOLI. Un’intera serata dedicata agli artisti di strada. Le...