La donna, straniera di 30 anni, era solita rubare cosmetici ma è stata riconosciuta da un addetto alla vigilanza. Indagini in corso per rintracciare l’uomo che l’aiutava nella fuga in auto


CAMPOBASSO. Era tornata sul luogo del ‘delitto’, dove aveva già colpito in precedenza, indisturbata. Ma stavolta la sua presenza non è passata inosservata agli occhi attenti di un addetto alla vigilanza il quale, riconoscendola come l’autrice di furti pregressi, ha prontamente richiesto l’intervento del 113.

La taccheggiatrice seriale, autrice di vari furti nei supermercati del capoluogo, seguiva sempre lo stesso modus operandi: giungeva presso i negozi con la stessa macchina, guidata da un uomo che restava al suo interno, quindi si recava nell’esercizio commerciale per perpetrare il furto, di solito cosmetici, secondo una condotta ben collaudata.

Nei giorni scorsi, però, il suo arrivo non è sfuggito all’attenzione di un addetto alla vigilanza. Le riprese video delle telecamere dei supermercati e le indagini poste in essere  dagli agenti della polizia di Stato hanno consentito di individuare la donna, una straniera di 30 anni residente in Campania, con diversi precedenti penali a carico.

In modo particolare la Polizia ha proceduto ad un’attenta analisi delle riprese video fornite dai responsabili dei negozi in sede di denuncia, riconoscendo la donna sia dalle caratteristiche fisiche che dagli abiti indossati.

Segnalata alla locale Procura della Repubblica, con l’accusa di furto aggravato continuato, la 30enne se l’è cavata con il foglio di via obbligatoria e il divieto di ritorno nel comune di Campobasso a firma del questore. Intanto, la polizia continua a indagare per rintracciare l’uomo alla guida, complice della donna nelle sue razzie.