HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Incendi fuori stagione, il Molise brucia mentre gli operai forestali restano a...

Incendi fuori stagione, il Molise brucia mentre gli operai forestali restano a guardare

Dopo l’ennesimo rogo gli stagionali tornano a far sentire la loro voce: “Subito squadre di pronto intervento”


CAMPOBASSO. Nei giorni scorsi un vasto incendio ha interessato l’area della pineta di Petacciato distruggendo, nel giro di poche ore, circa otto ettari di macchia mediterranea e provocando danni inestimabili da un punto di vista paesaggistico e ambientale.

Questo ennesimo rogo fuori stagione divampato nel territorio molisano porta nuovamente alla ribalta la proposta avanzata dal Comitato Operai Forestali di istituire squadre di pronto intervento in caso di incendi.

“Torniamo a ribadire la necessità di creare due squadre, una per provincia, composte da circa cinque unità di operai stagionali che, continuerebbero a svolgere le regolari mansioni ma, in caso di necessità, anche durante questa stagione primaverile potrebbero essere precettate per raggiungere in tempi rapidi le zone interessate dalle fiamme per supportare le operazioni di spegnimento. Ricordiamo – fanno sapere dal Comitato – alle istituzioni regionali che i lavoratori stagionali nei mesi estivi sono già impegnati nelle attività antincendio e che alcuni di loro possiedono la qualifica DOS (Direttore Operazioni Spegnimento), acquisita dopo numerosi corsi di formazione e di aggiornamento finanziati dalla Regione Molise. Ad oggi le nostre richieste non sono state prese in considerazione, l’ennesimo schiaffo politico nei confronti di circa 150 lavoratori che da decenni vivono in una condizione di precarietà occupazionale e che sistematicamente devono far fronte a ritardi nei pagamenti degli stipendi e lunghi periodi di inattività, anche a causa di problematiche di natura burocratica. Continuiamo a ribadire la necessità di una programmazione e una progettualità seria e a lungo termine. Senza dimenticare che la maggior parte dei roghi sono causati da una inadeguata attività preventiva. In ballo non c’è solo il futuro dei lavoratori ma anche della nostra regione, sempre più falcidiata da vasti eventi incendiari anche in periodi dell’anno in cui, fino a qualche tempo fa, il divampare delle fiamme non era così frequente”.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Continua la promozione del Molise nelle stazioni italiane: alberi di Natale...

I turisti possono fermarsi per un selfie e per lasciare un biglietto d’auguri. GUARDA LE FOTO CAMPOBASSO. La promozione del Molise in alcune delle più...