HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'‘Cacciamoli’ riprende la lotta: davanti al Consiglio regionale a sostegno dei malati...

‘Cacciamoli’ riprende la lotta: davanti al Consiglio regionale a sostegno dei malati di Alzheimer

Il comitato capeggiato da Emilio Izzo riprenderà presto la protesta: “A Isernia una sede per un centro diurno ad hoc già individuata, ma la Regione non fa nulla”


CAMPOBASSO-ISERNIA. Torna in piazza il comitato ‘Cacciamoli’, capeggiato da un battagliero Emilio Izzo, che riprende la protesta in difesa dei più deboli e dei diritti negati.

Alla prima seduta utile del Consiglio regionale, sarà portata avanti la battaglia a sostegno dell’associazione ‘Non ti scordar di me’, che si occupa dei malati di Alzheimer. “Chi conosce l’Alzheimer sa quanto questa malattia possa sconvolgere chi me è affetto – scrive Izzo su Facebook – ma, ancor più, la vita delle persone care, delle famiglie che intorno ad essi ruotano. In pratica, ogni organizzazione familiare risulta impossibile, tanto da costringere spesso alcune persone del nucleo ad abbandonare il lavoro per seguire lo sfortunato familiare che non ha più cognizione di tempo, di luogo e di emozioni. Certo, lo diciamo da tempo, il sistema sanitario pubblico naviga in brutte acque e non riesce più a dare risposte a quel minimo di esigenze che renderebbe meno drammatica l’esistenza di questi cari amici”.

Izzo si riferisce alla richiesta, avanzata da tempo dall’associazione al presidente della Regione Donato Toma e all’assessore alle Politiche Sociali Filomena Calenda, di istituire in provincia di Isernia, come già a Campobasso, un centro diurno per malati di Alzheimer. Da parte della politica, afferma Izzo, “si sono sempre ricevute rassicurazioni, diventate promesse non mantenute. Da quel che ci risulta, il sindaco di Isernia garantirebbe una sede, tra l’altro già individuata, e quindi basterebbe un piccolo sforzo da parte della Regione e dell’ASReM per rendere operativo il centro e alleviare i problemi delle famiglie, cogliendo l’occasione per ricordare che la provincia di Isernia è, ad oggi, ancora in Molise”. Di qui l’appello a scendere in piazza: “Chiunque senta forte l’esigenza di dare una mano, venga a sostenere la nostra lotta”.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

A Montenero il primo Bau Day: giornata dedicata agli amici a...

In programma sabato 3 dicembre a partire dalle ore 10 MONTENERO DI BISACCIA. L’Amministrazione comunale di Montenero Di Bisaccia è lieta di annunciare l’imminente arrivo...