I giallorossi del presidente Montaquila, dopo un campionato dominato, chiudono i giochi con due turni di anticipo. Biancocesti a 8 punti nonostante investimenti faraonici


TERMOLI-ISERNIA. Non sempre le spese più ingenti fanno la differenza, nel calcio, e l’Eccellenza molisana ancora una volta né da testimonianza. Finisce oggi la lotta per la promozione in serie D con il Termoli che vince il campionato d’Eccellenza molisana e sale di categoria dopo 7 anni: 4-0 contro la Cliternina e festa grande tra le mura amiche dello stadio Cannarsa.

L’Isernia del presidente Traisci, nonostante investimenti notevoli fin dall’inizio della stagione, resta a 8 punti e dice addio ai sogni di gloria nel giorno del pareggio a reti bianche nel derby con l’Olimpia Agnonese, con due turni di anticipo sulla fine del campionato. Va dato atto comunque a mister De Bellis, arrivato a stagione in corso, di aver dato più di qualche soddisfazione ai tifosi, vincendo la Coppa Italia e lottando comunque per i primi posti, ma innegabilmente le aspettative di partenza della società erano altre.

Gongola invece il Termoli del presidente Flaviano Montaquila, capace di costruire una squadra di giovani che ha dominato il campionato  fin dalla prima giornata.