HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Aldo Gianfagna e quelle radici profonde che non gelano mai

Aldo Gianfagna e quelle radici profonde che non gelano mai

Una nuova Associazione culturale nasce a San Polo Matese nel ricordo del giovane prematuramente scomparso l’anno scorso. Perseguirà la sua missione: promuovere le tradizioni e il territorio di origine.


A San Polo Matese, il suo paese, c’è una panchina con dedica: Ho scoperto che sono le piccole cose, le azioni quotidiane della gente comune che tengono a bada le oscurità, semplici atti di gentilezza ed amore. Così, le radici profonde non gelano mai”.

Quella panchina condensa il ricordo di Aldo Gianfagna, che è forte, fortissimo nella comunità matesina e in tutti quelli che hanno avuto la fortuna di incrociare la strada con questo giovane così speciale: generoso, intelligente, spontaneo e molto vivace dal punto di vista culturale. A un anno dalla sua prematura scomparsa nasce adesso in sua memoria l’Associazione Culturale che porterà il suo nome e parte di quella dedica.

Aldo Gianfagna era consigliere comunale a San Polo Matese, vice presidente del gruppo folkloristico ‘La Teglia’. Aveva lavorato anche in via IV Novembre per il Consiglio regionale del Molise. Con la sua famiglia si era da poco trasferito a Miranda, dove viveva. Lo ricordiamo anche come grande animatore dello splendido presepe vivente di San Polo che gli piaceva tanto promuovere così come era solito fare con tutto quello che riguardava le tradizioni e le peculiarità della sua amata terra di origine.

L’Associazione, di cui il fratello Marco è Presidente, nasce proprio con l’idea di tenere in vita il suo ricordo e dare continuità alla missione che Aldo seguiva con la passione e dedizione che gli erano propri.

Il neonato gruppo non ha scopo di lucro e concentrerà la sua attività esclusivamente sulla diffusione, promozione, divulgazione di tutti gli aspetti del territorio di San Polo Matese e del Molise; e offrirà opportunità di aggregazione e integrazione sociale.

Prima iniziativa del Consiglio direttivo de “Le radici profonde non gelano mai”, questo il nome dell’Associazione, è la presentazione dei progetti messi in cantiere, attraverso un video postato sulla pagina social di Facebook.

Aldo vive ancora insomma. Vive nel cuore di chi lo ha amato e negli intenti di questa interessante Associazione culturale che darà lustro al territorio matesino e molisano. Vive nelle radici dei faggi matesini. Che non geleranno mai.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

A Montenero il primo Bau Day: giornata dedicata agli amici a...

In programma sabato 3 dicembre a partire dalle ore 10 MONTENERO DI BISACCIA. L’Amministrazione comunale di Montenero Di Bisaccia è lieta di annunciare l’imminente arrivo...