La conferenza stampa al Comune di Isernia

Bontempo: vicini a una soluzione, due le strade possibili. Il Comune esce dal deficit strutturale e dall’anno prossimo tornerà ad assumere. Iannone: prioritario il dirigente dell’Area Tecnica, poi altre figure. I VIDEO


ISERNIA. Due strade per uscire dall’impasse strisce blu che da tre anni ‘affligge’ il Comune di Isernia. Prima ipotesi: un accordo bonario tra le parti, attraverso una risoluzione transattiva tra ente e ditta titolare dei parcheggi a pagamento, ammesso che esista la volontà reciproca di chiudere i rapporti.

Alternativa: la revoca, prevedendo non necessariamente un indennizzo che riguarderebbe  i costi di gestione e di investimento della ditta stessa, che vanno valutati e certificati. In tal caso, si potrebbe avere una città senza più strisce blu, in una nuova ottica della mobilità cittadina che tenga conto dello spopolamento, dell’impoverimento e della chiusura di uffici e attività commerciali.

Lo ha detto l’assessore agli Affari Legali e Istituzionali del Comune di Isernia, Ovidio Bontempo, nel corso della conferenza stampa di stamani del sindaco Piero Castrataro e di alcuni assessori.

GUARDA IL VIDEO INTEGRALE DELLA CONFERENZA STAMPA

“Il Comune non ha mai incassato il canone annuale dei parcheggi – ha ricordato Bontempo – visto che non c’è un contratto firmato tra le parti, ma bisogna fare un calcolo puntuale di ciò che l’ente avrebbe dovuto dare e di ciò che avrebbe dovuto incassare.

Non potrà invece essere praticato l’annullamento del servizio, come auspicato da molti tra cittadini e comitati, in quanto la legge prevede espressamente 18 mesi di tempo (che ora sono diventati 12). Dunque questa soluzione, eventualmente, “avrebbe dovuto farla la vecchia amministrazione –ha sottolineato l’assessore – Noi sicuramente l’avremmo fatto senza tergiversare, siamo convinti ci fossero gli estremi”.

GUARDA L’INTERVISTA A BONTEMPO

Non solo soste blu, comune. L’amministrazione ha voluto comunicare una serie di azioni poste in essere in questi primi mesi di lavoro. “Queste conferenze – ha esordito il primo cittadino Piero Castrataro – rappresenteranno un appuntamento mensile per coinvolgere la popolazione nell’attività amministrativa, come detto in campagna elettorale. È un obiettivo importante per noi e cercheremo di migliorarlo continuamente”.

GUARDA L’INTERVISTA A CASTRATARO

Prima buona notizia, l’uscita dal deficit strutturale con possibilità, finalmente, di tornare ad assumere: si parla di almeno una quindicina di figure, che colmeranno varie lacune strutturali. Come spiegato da Angelo Iannone, assessore al Bilancio, “non siamo ufficialmente più un ente deficitario. Siamo usciti dal deficit strutturale, è un risultato ottimo. Dall’anno prossimo saremo più liberi, non avremo più i vincoli previsti dalla legge. Abbiamo diminuito i tempi di pagamento  e stiamo lavorando per il bilancio di previsione 2022-24 per poter tornare ad assumere personale, a cominciare dal dirigente dell’Area Tecnica, passando poi a nuovi vigili urbani e altre figure in ogni settore comunale, anche attingendo a precedenti graduatorie o a graduatorie di altri enti, così da snellire le procedure”.

GUARDA L’INTERVISTA A IANNONE

Anche il vicesindaco e assessore alle Politiche Giovanili Federica Vinci ci ha tenuto a comunicare una serie di iniziative intraprese: dalla partecipazione al bando per i centri d’aggregazione giovanili alla Giornata dei giovani, a metà giugno, con le scuole. “Apriremo presto due infopoint territoriali – ha detto – Stiamo lavorando per individuare dove. Avvieremo il progetto di mappa interattiva dei punti della città con app e qr code. Incontreremo i gestori di locali e bar per organizzare meglio gli orari domenicali e offrire più servizi ai cittadini e ai turisti, almeno nella fascia oraria 15-17. Presto ci saranno altri appuntamenti di condivisione con i cittadini come le Agorà: la prossima – ha conclusa – è prevista venerdì 13 maggio”.

Infine l’assessorealla Programmazione Maria Teresa D’Achille, che ha evidenziato, tra le varie attività in essere, come il Comune abbia tutta una serie di interventi in corso con il Pnrr, che vanno dalle scuole, alle palestre alle strutture sportive, fino alla riqualificazione di Palazzo S. Francesco e a vari altri interventi di riqualificazione urbana. “Abbiamo anche lavorato per sistemare i bagni del cimitero – ha annunciato – che erano chiusi al pubblico in quanto non più funzionanti e versavano in uno stato pietoso. Abbiano anche ripristinato le lampade votive”.