HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Ortopedia, il primario del San Raffaele Salini in Molise per avviare la...

Ortopedia, il primario del San Raffaele Salini in Molise per avviare la collaborazione con il Gemelli

Si occupa in modo particolare di medicina rigenerativa e chirurgia protesica, nello specifico si dedica allo studio delle varie tipologie di cellule staminali


CAMPOBASSO. Il professor Vincenzo Salini, direttore dell’Unità di Ortopedia e Traumatologia all’Irccs Ospedale San Raffaele di Milano, è stato al Gemelli Point di Termoli per avviare un percorso di collaborazione con il Centro d’eccellenza molisano.

Il primario è stato accolto da Maurizio Panunzio, consigliere di Amministrazione del Gemelli Molise. “Siamo onorati di poter avviare un rapporto di proficua collaborazione professionale con questa prestigiosa istituzione – ha commentato il rappresentante del CdA – auspicando che nel tempo si possa rafforzare”.

“Oggi è il mio primo giorno al Gemelli Point di Termoli – il commento di Salini – Il nostro obiettivo è intensificare, sempre di più, la cooperazione con il Gemelli Molise. Io risiedo a Pescara, conosco bene questo territorio e sono felice di poter essere a disposizione dei pazienti molisani e delle regioni vicine”.

Salini si occupa in modo particolare di medicina rigenerativa e chirurgia protesica, nello specifico si dedica allo studio delle varie tipologie di cellule staminali (anche da tessuto adiposo) e al loro utilizzo in ambito medico ed allo sviluppo di nuovi devices per la chirurgia protesica di revisione. La sua attività è rivolta inoltre alla valutazione del ruolo della ortobiologia nel trattamento delle tendinopatie, delle lesioni muscolari e delle pseudoartrosi. Nella sua carriera ha eseguito più di 6.000 interventi, di cui almeno 2.800 di chirurgia protesica, 1.000 di Medicina dello Sport e 2.000 di traumatologia.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Attraverso il Molise, trekking e ciaspolate sulla neve per una settimana...

Come sempre un programma ricco di eventi CAMPOBASS/ISERNIA. Oltre alla ciaspolata serale con cena in rifugio e a quelle di giorno con un caloroso brindisi...