HomeOcchi PuntatiPecora in palio al Giro d'Italia, scattano gli esposti: il caso finisce...

Pecora in palio al Giro d’Italia, scattano gli esposti: il caso finisce in Procura

Bufera da parte degli animalisti per l’insolito premio al ciclista abruzzese che avesse varcato per primo il traguardo volante di Filetto durante la tappa Isernia-Blockhaus


CHIETI. Il ‘Gran premio della pecora’, che aveva annunciato di regalare un ovino al primo ciclista abruzzese che avesse varcato il traguardo volante di Filetto ha fatto infuriare gli animalisti.

Sono scattate le denunce e il caso è finito sotto la lente della Procura di Chieti.

Come riporta ‘Il Messaggero’, è stato infatti presentato un esposto dalla Aidaa (Associazione italiana difesa animali e ambiente) alla vigilia della tappa Isernia-Blockhaus di domenica scorsa.

“Un gesto non solo di cattivo gusto – si legge in una nota dell’associazione – ma anche in aperta violazione della sentenza del Consiglio di Stato che vieta di proporre animali come premi di gare, lotterie e fiere”.

Così, dopo la proclamazione del vincitore Dario Cataldo ora spetta a un giudice valutare se ci siano responsabilità penali e se, come accusa Aidaa, si sia configurato “il reato di maltrattamento di animali”. Della pecora promessa, in realtà, non c’è stata alcuna traccia, ma l’amministrazione comunale contro cui in molti hanno puntato il dito ha chiarito di non essere coinvolta nell’iniziativa.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Poste, un annullo filatelico per la ‘Ndocciata di Agnone

Il servizio temporaneo sarà attivato sabato AGNONE. Come annunciato nei giorni scorsi dal sindaco Daniele Saia, in occasione della ‘Ndocciata di Agnone in programma sabato...