HomeNotizieCRONACACaro gasolio, stop al pesce fresco sui banchi: sit-in di protesta a...

Caro gasolio, stop al pesce fresco sui banchi: sit-in di protesta a Termoli

I pescatori sono oggi in riunione permanente al mercato Ittico


TERMOLI. Una situazione non più sostenibile e le riunioni dei giorni scorsi al Mipaaf non hanno dato le risposte sperate. Per questo continua la mobilitazione della marineria termolese.

Dopo i vari confronti hanno deciso di far sentire la loro voce. “Oggi pomeriggio – ha annunciato Paola Marinucci dell’associazione Armatori Pesca del Molise – dalle 15 alle 17 sit-in presso la rotonda della paranza. Da oggi sono ferme tutte le marinerie d’Italia. La pesca molisana si è fermata già da domenica scorsa. Le 45 barche a strascico sono ormeggiate nello scalo e ci resteranno fino a sabato. Stiamo vivendo dei tempi molto difficili e così non si può continuare. Chiediamo provvedimenti celeri di sostegno da parte del Governo. In ballo c’è la sopravvivenza della categoria”.

Un settore, quello della pesca, messo in ginocchio dai costi troppo elevati del gasolio che incide, come è stato ribadito durante l’assemblea di questa mattina, per il 90 per cento sulle spese aziendali.

In queste condizioni per gli armatori diventa complicato mantenere i dipendenti e far quadrare i conti. Parte da Termoli dunque un nuovo, ennesimo, grido di aiuto.

(Foto Ansa)

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Legambiente, convegno finale sul progetto ‘Minimo Impatto: stili di vita sostenibili...

La presidentessa regionale Marilena Bredice ha presentato i risultati del questionario condotto CAMPOBASSO. Ieri 28 settembre presso il Centro culturale Ex Onmi, Sala Alphaville a...