HomeEVIDENZAIsernia, 'inferno' al Pronto Soccorso: convocato il sindaco Castrataro

Isernia, ‘inferno’ al Pronto Soccorso: convocato il sindaco Castrataro

Nuovo grido di aiuto dal reparto di emergenza del ‘Veneziale’ alla luce delle enormi criticità con cui gli operatori continuano a fare i conti per carenza di personale e posti letto


ISERNIA. Ancora giornate difficili al Pronto Soccorso del ‘Veneziale’ di Isernia. Una situazione che il personale continua a definire insostenibile. Per questo gli operatori hanno convocato il sindaco Piero Castrataro, che si recherà nella tarda mattinata presso il reparto di emergenza per un sopralluogo.

Fonti ospedaliere riferiscono che in questo momento sono presenti in Pronto Soccorso tre persone colpite da ictus, una delle quali è assistita nel reparto di emergenza da tre giorni. Per i pazienti non è stato ancora possibile individuare un posto letto.

Naturalmente la soluzione ideale sarebbe quella del ripristino del reparto di Neurologia al ‘Veneziale’. “Se questo non è possibile – evidenziano dal Pronto Soccorso – è necessaria una Medicina non più solo osservazionale, ma una Medicina di urgenza che possa comunque sopperire in caso di malattie tempo-dipendenti, evitando viaggi dispendiosi, inutili e soprattutto dannosi in termini di assistenza alla popolazione”.

E poi la carenza, ormai cronica, di personale. Il 20 luglio scadrà il contratto di uno dei medici venezuelani in servizio al Pronto Soccorso. Il personale non riesce a stilare un piano ferie, già più volte sollecitato dall’Asrem. Difficile organizzarsi, vista la carenza di operatori.

Una situazione sempre più insostenibile, più volte segnalata ai vertici dell’azienda sanitaria. “Ma le risposte – tuonano dal Pronto Soccorso – continuano a non arrivare”.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Carnevale Europeo delle Maschere Zoomorfe: parte il conto alla rovescia per...

All’ex Gil di Campobasso, l’Aps Artemide illustrerà il programma della manifestazione che ha come partners le associazioni ‘Il Diavolo’ di Tufara e ‘L'uomo cervo’...