Sono stati identificati dalle forze dell’ordine a seguito della denuncia di alcune delle vittime


VERONA. Sono trentina e tutti di origine africana i ragazzi identificati dalle forze dell’ordine dopo le molestie sessuali denunciate da alcune ragazzine che erano salite sul treno che da Peschiera del Garda le doveva riportare a Milano, il Verona-Milano. Cinque delle vittime hanno presentato denuncia alla Polizia ferroviaria di Milano.

In alcuni video pubblicati sui social si vedono gruppi di giovani invadere i binari della stazione, ma nella denuncia le vittime hanno raccontato che le aggressioni sul treno regionale hanno riguardato una decina di ragazzine, molestate mentre il treno era stato bloccato azionando il treno di emergenza. 

L’episodio risale allo scorso due giugno. Come riporta ‘Il Corriere della Sera’, gli investigatori hanno già acquisito i video delle telecamere della stazione e alcuni filmati apparsi su TikTok.

Le vittime, nonostante lo choc e la paura, nella loro denuncia hanno descritto anche l’abbigliamento e alcune caratteristiche fisiche che potrebbero portare presto all’identificazione degli autori.

Gli inquirenti stanno lavorando su una decina di ragazze in totale che avrebbero subito le stesse molestie. La Polfer di Milano che ha raccolto le denunce delle cinque vittime ha inoltrato gli atti alla Procura scaligera, ma non è escluso che nei prossimi giorni le indagini possano concentrarsi sulla Lombardia, proprio per la provenienza dei presunti molestatori. C’è anche da capire come mai il treno sia stato fatto partire e con quali condizioni di sicurezza visto il sovraffollamento e la presenza di ragazzi che fumavano e “saltavano sui sedili”.

(Foto Corriere.it)