HomeNotizieCULTURA & SPETTACOLIFornelli ‘piccolo mondo antico’: l’esempio di resilienza di una comunità nel libro...

Fornelli ‘piccolo mondo antico’: l’esempio di resilienza di una comunità nel libro di Francesco Giubilei 

Presentato ‘Strapaese’, il volume del giovane professore, editore e scrittore che rilancia la centralità della vita nei piccoli borghi


di Massimiliano Castaldi

FORNELLI. L’identità profonda dei nostri paesi e il valore della tradizione, la forza e il coraggio di difenderli.

Questi alcuni dei temi al centro della presentazione del libro ‘Strapaese’ del professor Francesco Giubilei, presso l’Auditorium comunale di Fornelli, organizzato da Angelo Castaldi e patrocinato dal Comune, martedì sette giugno.

“Strapaese: L’Italia dei paesi e delle chiese di campagna; da Maccari a Longanesi, da Papini a Soffici” è edito da Odoya edizioni. Francesco Giubilei è un giovane editore, scrittore, giornalista, presidente della Fondazione Tatarella, che con passione e impegno gira l’Italia per richiamare l’attenzione sulla bellezza e l’unicità dei nostri Paesi e delle nostre province, che rappresentano il carattere tipico dell’italianità.

L’autore, con la guida della dottoressa Celine D’Agostino, ha potuto apprezzare la particolarità del centro storico di Fornelli, comprendendo immediatamente di essere esattamente in uno di quei luoghi raccontati nel suo libro. Le maestose mura medievali danno accesso a una fitta rete di vicoli che dopo un brevissimo cammino, se scegli la direzione corretta come Carlo III di Borbone nel XVIII secolo, ti conducono ad un meraviglioso Belvedere; davanti ai tuoi occhi la vallata si infrange sulle Mainarde a nord ovest e sul massiccio del Matese a sud. 

All’evento, moderato dall’organizzatore, sono intervenuti il presidente del Consiglio comunale di Fornelli, l’avvocato Giovanni Petrarca, e la segretaria della Pro-loco di Fornelli, la professoressa Micaela Santilli.

L’autore ha spiegato i motivi che lo hanno spinto a scrivere questo libro. Il testo parla del movimento culturale ‘Strapaese’, nato negli anni venti del Novecento. L’idea era quella di raccontare un’Italia che esiste, rappresentata da paesi come Fornelli, ma anche dalle tante province del nostro Paese. Un’Italia che viene troppo poco raccontata e che ha una visibilità mediatica minore rispetto a quella delle grandi città.  Spesso però, il vero cuore, la più profonda identità italiana, viene conservata proprio nei tanti paesi e nei piccoli borghi.

Il ‘Movimento’ omaggia la tradizione italiana e auspica un ritorno alla vita paesana, contro la deriva metropolitana e modernista d’inizio Novecento. Giubilei ha sottolineato l’importanza al giorno d’oggi di ricordare e ricercare quella che è la centralità di Strapaese e dei piccoli paesi, dove vivono ancora in maniera intensa i valori della famiglia, delle identità e delle tradizioni.

Il Covid ha dimostrato che, pur nella tragedia della pandemia, chi è riuscito a viverla meglio sono state appunto le piccole comunità, dove esiste uno spirito di socialità che significa per esempio solidarietà, che ha permesso a quelle comunità di resistere. Sono stati inoltre affrontati temi di attualità: l’autore ha sottolineato come la pandemia e la guerra in Ucraina hanno evidenziato la perdita da parte dell’Italia della sovranità in molti settori strategici. Esiste il rischio che si commetta lo stesso errore sul tema della transizione ecologica, con la Cina.

In ultimo è stato affrontato il tema della salvaguardia dell’ambiente, presente nel suo libro ‘Conservare la natura’ edito dalla Giubilei Regnani, e quello del conservatorismo di cui è il massimo esponente e divulgatore in Italia, attraverso le sue case editrici e il suo movimento di idee ‘Nazione Futura’. L’organizzatore dell’evento, Angelo Castaldi, nel ringraziare l’amico Francesco Giubilei ha tenuto a sottolineare anche l’eccellenza della sua persona.

L’evento si è chiuso con un breve intervento dell’ex presidente della Regione Molise Michele Iorio e con la promessa da parte dell’autore di tornare a Fornelli.  Ovviamente il 13-14 agosto, quando il borgo di Fornelli si trasformerà ancor di più nel ‘Piccolo Mondo Antico’ narrato da Giubilei, durante la 26esima edizione delle ‘Giornate Al Borgo’.

LE FOTO DELL’EVENTO

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Cammini di Fede, in Molise censiti Cercemaggiore e Castelpetroso

Per un turismo esperienziale e di qualità: la soddisfazione dell'Ufficio pastorale turismo sport CAMPOBASSO-ISERNIA. L’Ufficio Nazionale della Pastorale del Turismo della Conferenza Episcopale Italiana ha...