HomeOcchi PuntatiMascherine, obbligo verso la decadenza: ecco dove. I nodi ancora da sciogliere

Mascherine, obbligo verso la decadenza: ecco dove. I nodi ancora da sciogliere

Dal 15 giugno niente più dispositivi di protezione per spettacoli, eventi culturali e sportivi al chiuso. Resta l’utilizzo per gli esami scolastici. Valutazione in corso per i mezzi di trasporto


ROMA. Scatta il countdown: tra due giorni, infatti, decade l’obbligatorietà delle mascherine nella gran parte dei luoghi pubblici. Anche se il Governo continua a tenere aperta la discussione sull’eventuale mantenimento dei dispositivi di protezione individuale sui mezzi di trasporto o a scuola.

EVENTI. Certamente dal 15 giugno le mascherine non saranno più richieste per partecipare a spettacoli, eventi culturali e sportivi al chiuso. L’obbligo – riferisce Fanpage – dovrebbe essere sostituito da una raccomandazione.

LAVORO. Se nel pubblico impiego l’obbligo è decaduto da tempo, rimpiazzato anche in questo caso da una raccomandazione via circolare del ministro Renato Brunetta, nel privato fanno fede i protocolli. Ma – stando a quanto precisato dal sottosegretario Costa – ” già ad oggi non vi è più una norma che preveda l’obbligo” negli uffici e negli altri luoghi di lavoro.

SCUOLA. Negli istituti scolastici la mascherina sarà mantenuta fino alla fine dell’anno scolastico, esami inclusi. “Toglieremo le mascherine – ha detto in proposito il ministro Bianchi – quando riterremo che il nostro vicino sarà al sicuro. La mascherina non è un’imposizione ma un atto di rispetto reciproco. La democrazia c’è non quando io ho un diritto ma quando sono sicuro che il mio vicino, che non conosco, goda del mio stesso diritto […] Siamo arrivati in fondo, a questo punto le autorità sanitarie ci dicono che dobbiamo arrivare a fine anno”.

MEZZI DI TRASPORTO. Il Governo deve ancora pronunciarsi in merito dal momento che gli esperti, alla luce della recrudescenza della circolazione del virus (specie nella variante Ba.5), ritengono necessario lasciare l’obbligo magari ancora un altro mese. Pertanto, l’uso di tali dispositivi potrebbe permanere a bordo di autobus, tram, metropolitane, aerei e treni. Come confermato dal ministro Speranza: “La valutazione è ancora in corso”.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Legambiente, convegno finale sul progetto ‘Minimo Impatto: stili di vita sostenibili...

La presidentessa regionale Marilena Bredice ha presentato i risultati del questionario condotto CAMPOBASSO. Ieri 28 settembre presso il Centro culturale Ex Onmi, Sala Alphaville a...