HomeNotizieCRONACALavori al ponte del Liscione nel mirino della Finanza: sequestrati 176mila euro

Lavori al ponte del Liscione nel mirino della Finanza: sequestrati 176mila euro

Otto le persone indagate. Sotto accusa la società appaltatrice: per il gli investigatori avrebbe omesso la realizzazione di alcune migliorie previste dal contratto per garantire sicurezza


CAMPOBASSO. Profitto illecito di una ipotizzata truffa aggravata: per questo la Guardia di Finanza di Campobasso ha sequestrato in via preventiva, su richiesta della Procura, 176.097,45 euro.

Nel mirino delle Fiamme Gialle è finita una società appaltatatrice dei lavori in corso – nell’ambito del Contratto di Accordo Quadro – per la manutenzione straordinardia del viadotto Fondovalle Biferno, ponte diga del Liscione, interessato da importanti lavori.

Otto le persone indagate, a vario titolo, per inadempimento di contratti di pubbliche forniture, frode nelle pubbliche forniture, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in stati avanzamento lavori, omissione dolosa di cautele contro infortuni sul lavoro, nonché responsabilità amministrativa da reato dell’ente.

Secondo gli investigatori, la società appaltatrice avrebbe omesso la realizzazione di alcune migliorie e cautele di sicurezza, previste dal contratto di appalto, volte a garantire le condizioni di sicurezza in fase esecutiva e la qualità dei lavori nella prospettiva della loro durabilità nel tempo.

L’attività di indagine è stata eseguita mediante l’escussione di tecnici e professionisti del settore, l’acquisizione di documentazione tecnico-contabile nonché l’esecuzione di sopralluoghi sulle opere in corso di realizzazione con l’ausilio anche di consulenti tecnici appositamente nominati.

Con l’odierna attività – evidenzia il procuratrore Nicola D’Angelo – si conferma l’efficace contributo specialistico della Guardia di Finanza in ordine al controllo degli appalti per opere pubbliche, rispetto alle attività investigativa di questa Procura della Repubblica. Il procedimento è nella fase delle indagini preliminari, nel corso de e quali gli indagati potranno esperire, in ottica difensiva, tutti i rimedi processuar previsti dal codice di rito”.

Più letti

Il gruppo folk Le Due Torri Miranda a Venezia per la...

Sfilate ed esibizioni hanno animato la splendida cornice di Piazza San Marco VENEZIA. Domenica 14 aprile il Gruppo Folk Le Due Torri Miranda ha preso...
spot_img
spot_img
spot_img