HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Conte o Di Maio, Federico non ha dubbi: “Sono del Movimento 5...

Conte o Di Maio, Federico non ha dubbi: “Sono del Movimento 5 Stelle’

Il parlamentare molisano chiarisce la sua posizione all’indomani della scissione: “Sono rimasto sempre dalla stessa parte, nonostante le difficoltà, i problemi, gli scontri, a volte lo sconforto”


CAMPOBASSO. “Sono del Movimento 5 Stelle”: il parlamentare molisano Antonio Federico chiarisce la sua posizione all’indomani della scissione all’interno del M5S. Risponde così a chi, in queste settimane, gli ha chiesto: “Sei contiano o dimaiano?”

“Sono del Movimento 5 Stelle – scrive sulla sua pagina Facebook – E continuo a dirlo anche oggi, con convinzione ancora maggiore.

Faccio parte di questa meravigliosa comunità da 15 anni. Da prima ancora che si chiamasse Movimento 5 Stelle ed eravamo solo gli ‘amici di Beppe Grillo’. Sono passati tanti anni, tante storie e tanti volti. Ma sono rimasto sempre dalla stessa parte, nonostante le difficoltà, i problemi, gli scontri, a volte lo sconforto. Mai rassegnazione però, mai!

Oggi è Giuseppe Conte il presidente di un Movimento 5 Stelle che si sta rinnovando nella sua organizzazione interna costituendo organismi democratici ed elettivi che fanno fare un enorme balzo avanti in termini di democrazia e partecipazione. Qualcosa distante anni luce dai tempi del capo politico unico. Bisogna ancora lavorare tanto però.

Abbiamo il dovere di (ri)costruire un Movimento che parta davvero dai territori, che sia aperto e inclusivo e che sappia riconoscere nella diversità di vedute un’occasione di crescita e non di scontro. Abbiamo l’opportunità di tornare ad essere radicali nei nostri prìncipi con la consapevolezza dell’esperienza e del lavoro fatto in questi anni.

Mettiamo sul tavolo le nostre battaglie ed alziamo l’asticella: senza di noi questo Governo avrebbe cancellato il Reddito di cittadinanza, si sarebbe sbarazzato della Legge anticorruzione, avrebbe affossato definitivamente iniziative come il Superbonus, nessuno avrebbe parlato di Salario minimo o Comunità energetiche, ci sarebbe stata una corsa al carbone e il Paese avrebbe già dovuto dire addio ad una vera transizione ecologica.

Le difficoltà sono tante ma nessuno pensi che il nostro peso diminuirà, anzi. Ora, senza più fardelli – conclude Federico – abbiamo finalmente occasione di poter affermare con maggior nettezza e chiarezza la nostra linea politica”.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Tullio De Piscopo ed Ernesto Vitolo: due raggi di sole sul...

Il grande batterista suonerà a San Massimo il 22 luglio, lo storico tastierista di Pino Daniele si esibirà all’alba del 6 agosto sul pianoro...