HomeNotizieLavoro e bandiServizio Civile Universale e Digitale, al via i progetti Anpeas: impegnati 200...

Servizio Civile Universale e Digitale, al via i progetti Anpeas: impegnati 200 giovani molisani

Attività al via oggi per i volontari. Programmazione ricca e variegata quella proposta dall’Associazione, che si è avvalsa anche della proficua collaborazione con il Comune di Isernia


ISERNIA/CAMPOBASSO. Sono quasi 200 i giovani operatori volontari che a partire da oggi, lunedì 27 giugno, prendono servizio nelle varie sedi accreditate con l’APS Anpeas (Associazione Nazionale Per la Progettazione e le Attività Sociali), su tutto il territorio molisano.

I progetti che saranno realizzati in regione, grazie ad Anpeas, sono sette: due del programma “Servizio Civile Digitale – Facili(t)Azioni digitali”, avviato quest’anno in forma sperimentale, che consentirà ai giovani volontari molisani di mettere a disposizione del territorio regionale le proprie competenze digitali, aiutando così le persone che hanno difficoltà a utilizzare il web, i dispositivi elettronici e i vari servizi online della Pubblica Amministrazione; gli altri cinque, invece, fanno parte del programma di intervento “Inclusione e coesione sociale: in Molise si può!” che comprende progetti inerenti l’assistenza, l’inclusione e la coesione sociale in favore di persone anziane, minori, disabili, immigrati e profughi.

Una programmazione ricca e variegata che si è avvalsa anche della proficua collaborazione con il Comune di Isernia, con cui quest’anno l’Anpeas ha coprogrammato e coprogettato.

“Auguro un buon lavoro a tutti i nostri ragazzi che da oggi entrano a far parte del bellissimo mondo del volontariato”: le parole della Presidente dell’ANPEAS, Patrizia Pano, che nell’occasione ha ricordato come l’obiettivo delle proposte progettuali sia quello di dare risposte alle fasce più deboli della popolazione, diffondere i valori del servizio civile e rendere le nuove generazioni più sensibili ai temi della solidarietà e del volontariato. Una mission arricchita ulteriormente anche grazie al bando di servizio civile digitale attraverso il quale i volontari contribuiranno a migliorare le competenze digitali dei cittadini molisani e a colmare il gap digitale esistente nei piccoli comuni, un divario che la pandemia legata al Covid-19 ha reso ancora più evidente.

“Il servizio civile è una importante opportunità per i giovani della nostra regione, eppure in oltre 16 anni di esperienza nel settore, quest’anno abbiamo riscontrato – prosegue la presidente Pano – un fenomeno nuovo, ovvero la scarsa adesione dei giovani ai bandi pubblicati, cosa che interessava principalmente il nord Italia, ma estraneo al Molise almeno fino ad oggi. In passato le domande pervenute erano decisamente superiore ai posti disponibili, nell’ultima programmazione invece abbiamo sedi scoperte dove non c’è stata nessuna adesione. Questo impone ad Enti, associazioni e istituzioni una riflessione profonda. C’è forse una disaffezione dei giovani verso il servizio civile? La cittadinanza attiva non è più per i nostri ragazzi una priorità? In Molise, va detto, questa inversione di tendenza è sicuramente legata al problema dello spopolamento, ci troviamo di fronte ad un territorio che continua purtroppo a impoverirsi anche di risorse umane e occorre invertire la rotta”.

Intanto, successivamente all’avvio dei progetti, sul sito di ANPEAS saranno pubblicate le sedi rimaste scoperte per cui i volontari idonei non selezionati che hanno presentato domanda anche presso altri Enti potranno candidarsi inviando una mail all’indirizzo: anpeas.onlus@gmail.com.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Museo dei Misteri di Campobasso

Giornate Fai d’autunno: ecco i luoghi aperti in Molise

La manifestazione di scena sabato 15 e domenica 16 ottobre CAMPOBASSO. tutto pronto per l’11esima edizione della Giornate FAI (Fondo Ambiente Italiano) d’Autunno. Sabato 15...