HomeNotizieSPORTNuoto, l’atleta paralimpico Gaetano Fuzio si distingue all’Open Cup di Termoli

Nuoto, l’atleta paralimpico Gaetano Fuzio si distingue all’Open Cup di Termoli

In acqua accanto a colleghi normodotati, agonisti e master, affrontando un percorso di 3 km, ha conquistato un primo classificato nella Finp categoria S7


TERMOLI. Anche Gaetano Fuzio ha preso parte all’Open Cup di nuoto in acque libere che si è tenuto a Termoli. Una manifestazione organizzata dalla Fin che, nell’occasione, ha aperto le sue porte alla Finp, proprio con la partecipazione dell’atleta paralimpico Fuzio.

Quest’ultimo, tesserato con l’Asd Termoli Nuoto ed allenato con costanza da Luca Barsotti, è entrato in acqua accanto a colleghi normodotati, agonisti e master, affrontando un percorso di 3 km.  

Risultati prestigiosi quelli raggiunti da Fuzio: nella categoria S7 primo classificato nella Finp con 01’ 03’’41.8, secondo gradino del podio invece nella Fin M60.

“Accettando l’iscrizione di Gaetano Fuzio – ha commentato la delegata molisana Finp, Antonella Ruccolo – si è registrato concretamente un momento di inclusione. Ed il connubio nato ora con la Fin e con la collega Amelia Mascioli, organizzatrice dell’evento, spero possa andare avanti. Intanto, al nostro atleta, che si è rimesso in discussione grazie alla sua caparbietà, e al suo allenatore, i più vivi complimenti”

“È stata una grande manifestazione – ha ribadito Gaetano Fuzio – inizialmente ero un po’ spaventato, poi mi sono lasciato andare gareggiando al meglio delle mie possibilità. Importante il sacrificio e gli allenamenti dei mesi scorsi. Sono pronto per il prossimo appuntamento natatorio”.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

La ‘big bench’ di Macchia d’Isernia: la panchina gigante per ammirare...

Al via il progetto con l’intento di creare una rete di ‘panchinisti itineranti’ in tutta Italia  MACCHIA D’ISERNIA. “Tornare bambini, godere della vita e ammirare...