HomeOcchi PuntatiCodice della Strada, cosa si rischia se non si rispetta l’attraversamento pedonale

Codice della Strada, cosa si rischia se non si rispetta l’attraversamento pedonale

Sanzioni per chi ignora le regole


di Domenico Carola*

ROMA. Che cos’è un attraversamento pedonale?

Secondo la definizione che ne dà l’art. 3 del codice della strada è:

«quella parte della carreggiata, opportunamente segnalata ed organizzata, sulla quale i pedoni in transito dall’uno all’altro lato della strada godono della precedenza rispetto ai veicoli».

Il codice della strada parla appunto di pedoni, ma in quante situazioni ci capita di passare sopra ad un attraversamento pedonale in sella alla nostra bicicletta o, sempre più spesso negli ultimi tempi, a bordo del nostro nuovo monopattino elettrico?

Ci comportiamo sempre correttamente?

Conosciamo le regole per un corretto uso dei passaggi pedonali o non ci siamo mai posti il problema?

Quali sono i rischi e le sanzioni in caso di un uso scorretto delle strisce pedonali?

In questo articolo cerchiamo di chiarirlo una volta per tutte.

Sia i pedoni che i conducenti rischiano molto se non rispettano la legge sugli attraversamenti pedonali: vediamo cosa dice il Codice della strada

In tutti i centri abitati, lo sappiamo, esistono le strisce pedonali, gli attraversamenti su strada dedicati appunto ai pedoni.

Si tratta di strisce che vengono dipinte sull’asfalto, generalmente di colore bianco con zebrature orizzontali, che spesso, soprattutto in tratti di strada meno illuminati o poco visibili, vengono evidenziate da dossi artificiali, da altri colori attorno alle righe bianche, come il rosso, oppure dalla presenza di cartelli.

Come comportarsi per evitare multe e pericolosi incidenti.

Secondo quanto prescrive il Codice della strada, se il traffico non è regolato da semafori o da agenti di Polizia, allora il conducente del veicolo deve sempre fermarsi quando ci sono pedoni sugli attraversamenti, che hanno la precedenza.

Chi guida un veicolo quindi ha l’obbligo, per legge, di avvicinarsi ad ogni attraversamento con la giusta prudenza, scalando la marcia e rallentando la velocità di percorrenza.

Se necessario, si deve fermare per lasciare libero il passaggio ai pedoni.

È obbligatorio fermarsi poco prima delle strisce.

Cosa rischia chi non si ferma in prossimità dell’attraversamento pedonale

I conducenti che non rispettano la legge e non si fermano per dare la precedenza ai pedoni sugli attraversamenti rischiano una sanzione amministrativa da 167 a un massimo di 665 euro, ovviamente si aggrava se il conducente, con il suo comportamento, provoca un incidente.

Se il sinistro provoca il ferimento, allora si applica il Codice civile per il risarcimento dei danni causati a persone dalla circolazione stradale; se addirittura causa la morte del pedone, allora siamo in presenza di reato di omicidio stradale: la pena massima può arrivare a 18 anni di reclusione oltre alla sanzione accessoria del ritiro della patente.

Precedenza ai pedoni

L’attraversamento pedonale non è l’unico caso in cui i pedoni hanno la precedenza su strada, anzi.

L’articolo 191 del Codice della strada disciplina il comportamento che devono tenere i conducenti vicino agli attraversamenti, come abbiamo visto, ma non solo.

Chi è alla guida di un veicolo, infatti, si deve fermare anche quando incontra:

un soggetto invalido su carrozzella o con bastone;

una persona con cane guida;

un sordo-cieco con bastone bianco e rosso;

qualsiasi altro soggetto con evidenti difficoltà.

Se uno di questi soggetti attraversa o si accinge ad attraversare la strada, la precedenza è sua. Anche in questo caso la violazione porta ad una sanzione amministrativa da un minimo di 167 a un massimo di 665 euro.

Uso dell’attraversamento pedonale: il ciclista non è un pedone!

Cosa dice il codice della strada in merito al comportamento dei ciclisti?

La bicicletta è un veicolo al pari dell’automobile e dello scooter, non può essere utilizzata come se non lo fosse.

Troppo spesso ce ne dimentichiamo e utilizziamo questo mezzo di trasporto con troppa disinvoltura, ma soprattutto infischiandocene delle regole stabilite dal codice della strada.

Spesso pensiamo che ai velocipedi sia tutto consentito e quando ci vediamo addebitare una sanzione per aver violato il codice della strada in bicicletta “cadiamo letteralmente dalle nuvole”. Questo vale anche se ci capita di passare in bici sopra ad un attraversamento pedonale.

Sebbene nel codice non si faccia esplicito riferimento al divieto di attraversare le strisce pedonali in sella alla propria bicicletta, al comma 4 dell’art. 182 relativo alla circolazione dei velocipedi dice quanto segue:

«I ciclisti devono condurre il veicolo a mano quando, per le condizioni della circolazione, siano di intralcio o di pericolo per i pedoni. In tal caso sono assimilati ai pedoni e devono usare la comune diligenza e la comune prudenza».

Ovviamente, la presenza sulle strisce pedonali di un ciclista in sella alla sua bici non “autorizza” il conducente di un’auto ad investirlo, tuttavia è bene ricordare che gli attraversamenti pedonali sono la parte di carreggiata sulla quale la precedenza è riservata, appunto, ai soli pedoni, non ad altri tipi di utenti della strada.

Il nostro consiglio è di scendere sempre dalla bicicletta quando si attraversano le strisce pedonali: in questo modo sarete assimilati ai pedoni e non incorrerete in nessun rischio di sanzione per non aver usato la comune diligenza e prudenza.

Mancanza di strisce pedonali

Se sulla strada non ci sono attraversamenti pedonali, automobilisti e altri conducenti cosa dovrebbero fare?

Sono tenuti a permettere ai pedoni che hanno già impegnato la strada, di attraversare per raggiungere il lato opposto in sicurezza. I pedoni hanno quindi ancora il diritto alla precedenza. È chiaro che ogni caso è differente, ed è fondamentale poter valutare il modo in cui avviene l’attraversamento: se infatti il pedone si ‘lancia’ senza guardare ed è incauto nell’attraversare, allora in caso di sinistro può anche essere ritenuto colpevole.

Come devono attraversare i pedoni

Nonostante i pedoni siano ‘i soggetti vulnerabili’ su strada e abbiano la precedenza sui veicoli, sono ovviamente tenuti a rispettare anche loro determinate regole.

Per quanto riguarda l’attraversamento, devono servirsi delle strisce pedonali appositamente create, dei sottopassaggi e dei sovrapassaggi.

Se proprio non esistono oppure sono distanti più di 100 metri dal punto di attraversamento, allora i pedoni possono attraversare la carreggiata solo in senso perpendicolare, prestando particolare attenzione, per evitare qualsiasi situazione di pericolo.

Attenzione: i pedoni non possono attraversare diagonalmente le intersezioni, le piazze e i larghi al di fuori degli attraversamenti pedonali, se presenti, anche se a più di 100 metri.

Se attraversano in una zona dove non ci sono le strisce, allora la precedenza va ai veicoli. Durante l’attraversamento il pedone non può passare davanti a tram, filobus e autobus in sosta alle fermate.

Anche il pedone che viola la legge rischia una multa, che va da un minimo di 26 euro a un massimo di 102 euro.

Il pedone che attraversa con semaforo rosso rischia dai 42 euro ai 173 euro di sanzione.

*Osservatorio Codice della strada ‘Il Sole 24 Ore’

Più letti

‘Eva non ha mangiato la mela’, a Isernia l’evento dell’Accademia Italiana...

Il 19 aprile 2024 alle 17.45 nel foyer dell’Auditorium Unità d’Italia la presentazione del volume del professor Giovanni Ballarini ISERNIA. Sarà presentato venerdì 19 aprile...
spot_img
spot_img
spot_img