HomeNotizieCRONACAIl Molise piange due uomini, oggi l’addio a Marco. Domani i funerali...

Il Molise piange due uomini, oggi l’addio a Marco. Domani i funerali di Asmir

Lo strazio delle famiglie e degli amici per il terribile incidente di ieri e i primi racconti dei testimoni. Tutti ora sperano nel miglioramento delle condizioni dei due feriti, una ragazza ricoverata al ‘Cardarelli’ e un giovane in prognosi riservata a Foggia


CAMPOBASSO. Gli amici di Campobasso e i colleghi di San Salvo. E tutta la comunità di Ferrazzano, che oggi si è stretta alla famiglia nel giorno dell’addio a Marco Di Palma, il 48enne morto in un tragico incidente stradale sulla Statale Adriatica, in territorio di Petacciato. Costato la vita anche al 21enne Asmir Battista, di Mirabello Sannitico.

Due morti e due feriti molto gravi, un ragazzo e una ragazza, che viaggiavano con Asmir. La giovane, sbalzata dall’auto, ha riportato diverse fratture ed è ricoverata all’ospedale Cardarelli di Campobasso. Trasportato invece a Foggia, dove si trova in prognosi riservata, l’altro amico coinvolto nell’incidente.

Oggi pomeriggio il funerale di Marco, nella chiesa di Santa Maria Assunta a Ferrazzano, il paese dove il 48enne viveva con la moglie Ileana e due bambini. E da cui era partito ieri mattina per andare a lavorare a San Salvo, corriere in una ditta di trasporti. Non ci è mai arrivato. Intorno alle 6.30 del mattino la sua Golf si è scontrata con la Y10 di Asmir. Uno scontro frontale, che non ha lasciato scampo ai due conducenti.

A ricostruire la dinamica dell’accaduto i carabinieri. Ma ad assistere alla terribile scena, è trapelato, alcuni passeggeri a bordo di un pullman che stava transitando sulla Statale nel momento dell’incidente. Hanno dato l’allarme, chiamando i soccorsi, e hanno anche tentato di spegnere, con gli estintori del pullman, il principio di incendio provocato dall’incidente.

Domani mattina alle 10.30 il funerale di Asmir Battista, nella chiesa di Mater Ecclesiae, a Campobasso, che il giovane frequentava come scout. Un ragazzo modello, dedito al sociale, gentile con tutti, come lo ha definito il sindaco di Mirabello Angelo Miniello. Feste del paese annullate e un’altra comunità che si prepara a stringersi intorno alla famiglia del 21enne, il padre Giuseppe Battista, dipendente Asrem e in passato impegnato in politica, la madre Anna Maria. Straziati dalla perdita del loro unico figlio.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Macchia DiVino, due giorni di eventi e successi per la 49esima...

Musica, prelibatezze locali ma soprattutto tanto vino ad allietare i visitatori, lungo le vie del borgo antico. Successo confermato per il percorso enogastronomico e...