HomeNotizieSPORTLa Molisana Magnolia, dal 22 agosto le rossoblù tornano a sudare in...

La Molisana Magnolia, dal 22 agosto le rossoblù tornano a sudare in palestra

Domenica 21 il raduno informale, il giorno dopo al mattino le visite mediche e nel pomeriggio la prima seduta all’Arena. Definiti già alcuni appuntamenti di precampionato. Le indicazioni di coach Sabatelli: “Una squadra di difesa e corsa”


CAMPOBASSO. Vacanze agli sgoccioli in casa La Molisana Magnolia Campobasso. Il Ferragosto alle porte rappresenterà il ‘punto di passaggio’ con quella che sarà la nuova stagione per i #fioridacciaio. Da venerdì pomeriggio Campobasso prenderà ad animarsi perché domenica 21 sarà il giorno del raduno informale del gruppo con la consegna del materiale sportivo alle rossoblù e le ultime sistemazioni logistiche per le rossoblù, che vedranno le due americane del roster (l’ala-pivot Bashaara Graves e l’ala piccola Robyn Parks) raggiungere il Molise rispettivamente venerdì 26 agosto e martedì 6 settembre.

Il ‘la’ effettivo ci sarà lunedì 22 agosto con al mattino le visite mediche presso il centro di medicina sportiva coordinato dal professor Germano Guerra dell’Unimol con – al pomeriggio – sul parquet dell’Arena la prima seduta di lavoro nel novero delle sei settimane di avvicinamento alla data del 2 ottobre quando, a Cagliari nello scenario del PalaCus (e nel novero dell’Opening Day), è in programma la prima giornata di regular season contro Lucca.

IL BILANCIO DEL COACH Così, al netto degli elementi under dell’organico che allungheranno l’organico, il roster consegnato dall’estate di mercato, in casa rossoblù, ha portato a cinque conferme (il capitano Stefania Trimboli, Giuditta Nicolodi, Anna Togliani, la sudamericana Blanca Quiñonez e la statuintense Robyn Parks) ed altrettanti innesti (Valeria Battisodo, Martina Kacerik, la lituana Gabriele Narvičiūtė, l’americana Bashaara Graves e la francese Marie-Michelle Milapie). “Abbiamo avuto la possibilità di trattenere lo zoccolo duro del gruppo della passata stagione – spiega il coach delle rossoblù Mimmo Sabatelli – ed è un qualcosa che volevamo con forza. Relativamente ad alcune nostre under, abbiamo deciso di far fare loro esperienza in altri contesti, nella consapevolezza però che tutte sono parte integrante del nostro futuro. Gli elementi arrivati sono giocatrici che ben conoscevo e per cui ringrazio con forza la società per avermi dato l’opportunità di poter dar seguito ad ogni mia richiesta”.

SACRIFICIO E VELOCITÀ In tal senso, l’idea su quello che dovrà essere l’imprinting del gruppo non si discosta minimamente dalla filosofia di base del trainer campobassano. “Mi auguro di vedere una squadra che si sacrifichi con forza in difesa e possa poi distendersi in transizione cercando di correre il più possibile, come ci è successo solo in alcune circostanze nello scorso torneo. Il nostro potenziale offensivo è ragguardevole e questo dovrà cercare di far sì che ci riesca di dar vita ad una pallacanestro brillante”.

LAVORI IN CORSO Sin dal via e, man mano, con l’arrivo delle giocatrici americane, il canovaccio tra i #fioridacciaio sarà ben chiaro. “Dovremo essere coesi e concentrati con una prima fase che, senz’altro, sarà principalmente orientata con il lavoro fisico del preparatore Walter Brandoni e con l’aspetto tecnico che poi sarà sempre più evidente, man mano che si avvicinerà il via alla stagione”.

TAPPE PRECAMPIONATO Con certezza i riscontri al lavoro fatto passeranno per i test precampionato predisposti per la circostanza. Al momento, con certezza, le magnolie, nella fase calda del mese di settembre, saranno a Ragusa nel weekend del 17 e 18 per le gare del memorial ‘Passalacqua’ al PalaMinardi contro la Virtus Eirene per un antipasto di A1 femminile e, una settimana dopo, all’Arena disputeranno il quadrangolare ‘Campobasso per lo sport’ con impegnate le pari categoria della Dinamo Sassari e le formazioni di serie A2 delle Panthers Roseto e del Thunder Matelica. “Con la società, peraltro, abbiamo però intenzione – aggiunge Sabatelli – di definire anche un’altra amichevole prima di questi due appuntamenti. Sappiamo che logisticamente la nostra non è una delle posizioni più agevoli, ma stiamo facendo di tutto per avere il maggior numero di occasioni di gioco per questo gruppo”.

EUROPA, EUROPA Del resto – senza la finestra di EuroCup in questa stagione per le campobassane – tutti i pensieri saranno rivolti sul campionato. “In questa stagione abbiamo deciso di mettere da parte il palcoscenico continentale – riferisce il coach – ma è un obiettivo che resta forte nei nostri pensieri in prospettiva di un futuro prossimo, nello specifico già dalla stagione 2023/24 cioè”.

ANDAMENTO COSTANTE Per riuscirci e per far comunque bene in campionato, per Sabatelli sarà determinante “avere un andamento costante tutta la stagione, senza quelle pause, figlie anche di infortuni e del Covid-19, aspetti che fanno comunque parte del gioco, ma che ci hanno creato problematiche nel passato torneo”.

VERSO IL PUBBLICO A proposito di pandemia, in considerazione di una situazione che pare scivolare verso un aspetto maggiormente endemico ed in virtù anche delle quarte dosi del vaccino e di “una esperienza e di una preparazione più ampie, il mio auspicio – chiosa il tecnico rossoblù – sarà quello di mantenere le attuali percentuali di capienza del pubblico senza ritrovarci, tra autunno ed inverno, con riduzioni o peggio ancora chiusure. Per noi a Campobasso il sostegno della gente è qualcosa di unico che ci auguriamo di poter vivere sempre appieno”. In tal senso, subito dopo Ferragosto, tra l’altro, la società darà il via anche alla campagna abbonamenti all’insegna dello slogan IMagnolia (sintesi di I am Magnolia), all’insegna di cinque punti salienti che saranno svelati nelle prossime ore dopo una prima anticipazione sulle proprie pagine sociale. Nel frattempo, sempre dal 16 e sino al primo settembre per gli abbonati della scorsa stagione sarà possibile esercitare il diritto di prelazione.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Macchia DiVino, due giorni di eventi e successi per la 49esima...

Musica, prelibatezze locali ma soprattutto tanto vino ad allietare i visitatori, lungo le vie del borgo antico. Successo confermato per il percorso enogastronomico e...