HomeNotizieCRONACAPini abbattuti in via Garibaldi, la polemica continua. Cretella: intervento necessario

Pini abbattuti in via Garibaldi, la polemica continua. Cretella: intervento necessario

L’assessore all’Ambiente ha annunciato l’avvio dei lavori di rifacimento del marciapiede. Prevista la sostituzione degli alberi con giovani arbusti


CAMPOBASSO. Pini di via Garibaldi abbattuti, e sostituiti da giovani arbusti, per consentire l’avvio di rifacimento dei marciapiedi.

Non si fermano le polemiche per la scelta dell’amministrazione comunale di Campobasso, che ha deciso di far tagliare 12 alberi, alcuni anche secolari. Una scelta che non è piaciuta ai cittadini, che continuano a protestare, così come i consiglieri comunali di centrodestra, che porteranno l’argomento all’attenzione del Consiglio.

La contestazione soprattutto nei confronti dell’assessore Simone Cretella, da sempre attento alle tematiche ambientali. Assessore che ha prevenuto le polemiche pubblicando il giorno dell’avvio dei lavori di abbattimento un post sulla sua pagina Facebook.

“Si tratta di un marciapiede che da troppi anni si era trasformato un vero e proprio percorso di guerra, dove camminare in sicurezza era diventato impossibile per chiunque, ancor più per persone con disabilità: cordoli divelti, pavimentazione distrutta, pericolosi dossi sulla carreggiata e rischio di crolli o caduta rami, soprattutto in caso di nevicate – ha scritto Cretella – Ecco perché una corretta pianificazione del verde pubblico deve prevedere, soprattutto in occasione di opere di rifacimento strutturali, anche l’abbattimento e la sostituzione di piante che nel tempo si sono rivelate assolutamente incompatibili con alcuni contesti urbani, soprattutto in prossimità delle strade dove la sicurezza di pedoni ed automobilisti non può essere tralasciata”.

“Come sempre, tagliare alberi grandi è sempre una scelta difficile e dolorosa, ma in questo caso, come già avvenuto per l’operazione di riqualificazione di via Trivisonno, l’intervento era diventato improcrastinabile. Il nuovo marciapiede – ha concluso l’assessore – prevede la presenza di nuove e più ampie aiuole per ospitare i nuovi alberi che sostituiranno quelli che verranno tagliati, prediligendo specie più adatte, di tipo ornamentale e di dimensioni tali da essere normalmente adattate agli spazi disponibili, recuperando le condizioni minime di transito, oggi del tutto inesistenti, anche per i diversamente abili”.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Macchia DiVino, due giorni di eventi e successi per la 49esima...

Musica, prelibatezze locali ma soprattutto tanto vino ad allietare i visitatori, lungo le vie del borgo antico. Successo confermato per il percorso enogastronomico e...