HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Politiche, Cerroni contro i pronostici. Tartaglione ancora in gioco, poche donne in...

Politiche, Cerroni contro i pronostici. Tartaglione ancora in gioco, poche donne in Forza Italia

L’agnonese, a capo dei Giovani Dem, scelta da Letta in persona per l’impegno sul territorio e per cercare di ribaltare i sondaggi che danno favorito il centrodestra. Intanto la partita intorno alla clamorosa esclusione della coordinatrice regionale azzurra per l’uninominale alla Camera è tutt’altro che chiusa


ROMA. C’è anche Caterina Cerroni tra i cinque giovani – di età compresa tra i 25 e i 33 anni – indicati dal Corriere della Sera come “rappresentativi di correnti diverse, tutti impegnati sui territori” che il segretario del Pd Enrico Letta intende giocarsi alle elezioni” per sbaragliare la concorrenza.

Secondo il quotidiano diretto da Luciano Fontana, Cerroni, coordinatrice nazionale dei Giovani Democratici, sarebbe in posizione eleggibile. La giovane agnonese correrà sull’uninominale alla Camera dei deputati per il Molise e la possibile, per quanto sorprendente assenza in quel collegio della coordinatrice regionale di Forza Italia, l’onorevole Annaelsa Tartaglione, potrebbe in qualche modo agevolare la corsa della candidata del Pd.

Il centrodestra, a onor del vero, resta favoritissimo nei sondaggi in Molise, dove potrebbe strappare addirittura l’en plein di 4 parlamentari su 4, ma l’assenza di figure collegate direttamente al territorio è sempre un’arma a doppio taglio. Secondo le ultime indiscrezioni, la coalizione di Meloni-Salvini-Berlusconi potrebbe dare ai moderati di centro una delle 18 candidature accordate nel maggioritario proprio nel collegio molisano, con un nome ‘forestiero’, avulso da collegamenti con la nostra regione.

Tartaglione e Tajani

Ma è altrettanto vero che la partita intorno alla Tartaglione è tutt’altro che chiusa, visto che, come riferisce sempre il ‘Corriere della Sera’, Forza Italia ha il problema delle donne. Dopo che le due ministre Mara Carfagna e Mariastella Gelmini hanno abbandonato gli azzurri per Azione di Carlo Calenda, raggiungere il 40 per cento di capolista in rosa, come prevede la legge, non è semplice. Per quanto la quota femminile potrebbe venire anche da esterne.

A Cerroni, dunque, l’arduo compito di sovvertire i sondaggi a dare la vittoria al centrosinistra. Ma la giovane agnonese potrebbe davvero stupire tutti: la stoffa e l’esperienza non le mancano di certo, a dispetto dell’età.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Macchia DiVino, due giorni di eventi e successi per la 49esima...

Musica, prelibatezze locali ma soprattutto tanto vino ad allietare i visitatori, lungo le vie del borgo antico. Successo confermato per il percorso enogastronomico e...