HomeNotizieSPORTI Lupi tornano a correre, partito il ritiro in terra sannita

I Lupi tornano a correre, partito il ritiro in terra sannita

Comincia la stagione sul campo, speriamo che duri! Mister Prosperi è carichissimo per la nuova avventura. A Paduli la prima seduta atletica, in 18 ai nastri di partenza. La Curva Nord presente subito con uno striscione.


di Maurizio Cavaliere

I giocatori si sono presentati alla spicciolata stamattina, tutti all’Unahotel Il Molino di Benevento. Parte dello staff e dei dirigenti rossoblù è invece arrivato a metà pomeriggio direttamente a Paduli, sede degli allenamenti, stadio Ariella Paduli, a una ventina di minuti dal capoluogo sannita.

E’ cominciato così sotto il solleone agostano il ritiro pre campionanto del Campobasso targato Fabio Prosperi. Quanto durerà questa squadra, con i 18 giocatori convocati e gli innesti che inevitabilmente poi andranno a rinforzarla, si saprà il 25 agosto. Nei corridoi di Palazzo Spada, sede del Consiglio di Stadio, rimbalzerà forte la notizia clamorosa della riammissione ufficiale dei lupi in serie C oppure quella del definitivo tracollo dell’era Gesué, a meno di successivi rimpasti. Cose che verranno, il presente dice che i lupi hanno ripreso a correre su un prato verde e che la società andrà fino in fondo: ‘Victoria o muerte’ cantava Daniele Silvestri pensando a ‘el Che’. Stavolta c’è il ritiro, segno che si corre davvero verso qualcosa. Ci credono i dirigenti rossoblù e ci credono di nuovo tanti tifosi, non tutti, ma una discreta parte, che si schiera a fianco del club. Sulla rete di recinzione del campo c’è già un bel ‘Curva Nord Campobasso’. D’altro canto, a poco più di una settimana dalla ‘decisione suprema’, non ci sono ragioni concrete per fare diversamente.

Sorrideva oggi Fabio Prosperi, che è stracarico: sono soprattutto quelli come lui che, dopo aver firmato un contratto per il ritorno tra i professionisti, hanno passato l’estate peggiore, tra continue chiacchiere, sentenze, morti annunciate e intangibili (per ora) resurrezioni. Un ‘circo’ lo ha definito il Presidente della Lega Pro, Ghirelli, senza però ammettere che lui di quel ‘circo’ fa inevitabilmente parte.

E allora via con la prima seduta atletica in ritardo siderale (un mese) rispetto ai programmi pre ‘bocciatura’. I lupi resteranno nel Sannio vero fino al 20, poi la partenza per l’altro ritiro, a Rivisondoli. E poi chissà… Nel frattempo, un grande ‘in bocca al lupo ai lupi’ nel Sannio, almeno ora sono tornati nel loro habitat naturale.   

MIchael Liguori a Paduli con i lupi
Primo allenamento ufficiale della stagiona anche per il mediano Angelo Persia
spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Legambiente, convegno finale sul progetto ‘Minimo Impatto: stili di vita sostenibili...

La presidentessa regionale Marilena Bredice ha presentato i risultati del questionario condotto CAMPOBASSO. Ieri 28 settembre presso il Centro culturale Ex Onmi, Sala Alphaville a...