HomeNotizieCRONACATentato furto in negozio di detersivi, stranieri ‘incastrati’ dalle telecamere di videosorveglianza:...

Tentato furto in negozio di detersivi, stranieri ‘incastrati’ dalle telecamere di videosorveglianza: un arresto

L’uomo finito in manette, residente a Napoli, è risultato titolare di diversi ‘alias’ e con molti precedenti di polizia anche per associazione a delinquere finalizzata ai furti in appartamento. In azione in città con due complici


CAMPOBASSO. Incastrato dalle telecamere di videosorveglianza, è stato arrestato dalla polizia di Campobasso un cittadino straniero autore di un tentato furto ai danni di un negozio di detersivi del capoluogo.

Secondo quanto emerso sulla vicenda, alle 18.40 del 10 agosto scorso una Volante della Questura è intervenuta per un sopralluogo presso una nota attività commerciale e gli Agenti hanno appurato, dalle immagini di controllo interno dell’esercizio, la presenza di un uomo calvo con maglia rosa che, individuato dai dipendenti del negozio, aveva lasciato una “busta in cartone” nei pressi della cassa ed era fuggito all’esterno per poi allontanarsi a piedi in direzione del centro città. I lavoratori hanno poi suggerito agli operatori che il sospettato avrebbe potuto dirigersi verso un altro punto vendita della medesima catena commerciale, in compagnia di altri due uomini. Ed effettivamente così è stato. Una seconda Volante ha raggiunto il secondo esercizio commerciale affiliato dove ha rintracciato l’uomo indicato, il quale è stato controllato ed identificato per un cittadino straniero residente a Napoli. Contemporaneamente è stato identificato pure un suo accompagnatore, anche lui straniero, a carico del quale tuttavia non si rilevavano elementi di prova su possibili ipotesi di reità. Nei confronti di quest’ultimo, però, dagli approfondimenti investigativi sulle impronte digitali tramite la polizia scientifica, è emersa l’esistenza a suo carico di molti “alias” oltre alla sua vera identità, con molti precedenti di polizia anche per associazione a delinquere finalizzata ai furti in appartamento.

Inoltre, a suo carico è risultata anche ad una misura di arresti domiciliari emessa dall’Autorità Giudiziaria di Napoli, da eseguire. Questi è stato così tratto in arresto per “Falsa dichiarazione o attestazione ad un pubblico ufficiale sulla identità o su qualità personali proprie o di altri” e segnalato anche per il “Possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi”, per come accertato successivamente circa i documenti esibiti agli Agenti.

Stamane l’udienza di convalida.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Museo dei Misteri di Campobasso

Giornate Fai d’autunno: ecco i luoghi aperti in Molise

La manifestazione di scena sabato 15 e domenica 16 ottobre CAMPOBASSO. tutto pronto per l’11esima edizione della Giornate FAI (Fondo Ambiente Italiano) d’Autunno. Sabato 15...