Guerra al caro-bollette, in campo le candidate del Pd: “L’equità sociale è una priorità”

Le proposte di Alessandra Salvatore e Rossella Gianfagna, rispettivamente in corsa per gli uninominali di Camera e Senato, a sostegno di famiglie e imprese


CAMPOBASSO. Proposte concrete per sostenere famiglie e imprese strette nella morsa dei costi dell’energia. Sono quelle formulate dalle candidate del Partito Democratico alle Politiche di fine settembre. Alessandra Salvatore e Rossella Gianfagna, rispettivamente in corsa per gli uninominali di Camera e Senato.

“Quanto ci spaventa l’inverno che arriva, la paura di non poterci più riscaldare a casa, di dover sospendere la produzione in azienda perché le bollette non ci consentono altro. Abbiamo fatto nostro – hanno evidenziato le candidate Dem nel corso di una conferenza stampa – il grido di dolore raccolto in giro in questi giorni tra cittadini e imprenditori. Siamo pronte a portare avanti una battaglia ferma e decisa per favorire l’abbattimento dei costi e spingere il governo a interventi fattivi anche con bonus energia.

Questo, il primo passo fondamentale, al quale va affiancata una riprogrammazione delle risorse, nazionali e regionali, per far fronte a una delle emergenze più pesanti di sempre, che colpiscono tutti e ancor di più chi fatica ad arrivare da sempre a fine mese. Ci vogliono abbattimento tasse sul lavoro e aiuti diretti alle imprese. Crediamo necessaria anche una campagna di rieducazione all’uso consapevole dell’energia: imparare a risparmiare, a limitare gli sprechi. Su tutto questo, che è vita reale, vita che ci riguarda tutti, la vita in ogni nostra casa, in ogni azienda, ci battiamo, qui oggi, e ci batteremo dopo il 25 settembre, in Parlamento. L’equità sociale è una priorità”.