HomeNotizieCULTURA & SPETTACOLII Luoghi del Gusto nella Termoli sotterranea: sold out per il tour...

I Luoghi del Gusto nella Termoli sotterranea: sold out per il tour enogastronomico

Il percorso guidato ha emozionato ed incuriosito i numerosi visitatori protagonisti di un vero e proprio viaggio nel passato


TERMOLI. Sold out per il tour enogastronomico a cinque metri di profondità nel cuore del borgo di Termoli. Ha riscosso, infatti, particolare successo e un tutto esaurito in termini di presenze l’iniziativa I Luoghi del Gusto che la scorsa domenica, 11 settembre, si è tenuta presso la Casa Museo Stephanus in piazza Duomo 3 a Termoli.

Il percorso guidato nella Termoli Sotterranea, reso possibile dalla startup innovativa Molise WoW, ha emozionato e incuriosito i numerosi visitatori che si sono imbattuti in un vero e proprio viaggio nel passato nel ventre della città adriatica. I partecipanti hanno, così, potuto conoscere nel dettaglio il percorso espositivo inaugurato nel 2018: le varie stanze risalenti al periodo medievale e poi riutilizzate lungo i secoli, la Torre difensiva del Palazzo Vescovile che, danneggiata dal tremendo terremoto del 1456, è stata adibita a cisterna, i capitelli risalenti al cantiere federiciano (XIII secolo) della attigua Cattedrale che conserva le reliquie di San Timoteo e la cosiddetta zona cimiteriale con tombe antichissime, dove si respira aria di mistero e devozione.

Il tour è poi continuato, sempre all’interno della Casa Museo Stephanus, con la cultura enogastronomica portata in tavola dai docenti di Fondazione Italiana Sommelier.

Il Molise raccontato da Gabriele Di Blasio si è materializzato nei sapori dell’olio evo, della Falanghina di Campomarino, di un rosato della Doc Biferno e della più conosciuta Tintilia. Ma la storia della loro produzione all’interno del territorio regionale ha saputo incontrare e rendere note altre storie delle tradizioni più antiche della ventesima regione che hanno portato in tavola la particolare lavorazione del formaggio a pasta filata della Treccia di Santa Croce di Magliano, così come quella della Soppressata, tradizionale salume molisano e del raffinato e prezioso Tartufo.

Un’esperienza decisamente unica apprezzata da tutti i partecipanti e, in modo particolare, da un nutrito gruppo cittadini americani in soggiorno a Termoli per motivi di studio. “Non immaginavamo che il Molise potesse essere tutto questo”, il commento sorpreso da parte di chi abita oltreoceano e che ha voluto complimentarsi con gli organizzatori, i quali visto il grande successo stanno già pensando di replicare l’evento, durante il quale dopo il consueto tour nella Termoli sotterranea, sarà ancora una volta possibile conoscere e degustare altri vini del Molise, selezionati tra le DOC e IGT regionali, serviti in abbinamento ad altri prodotti agroalimentari del territorio.

A breve sarà, dunque, possibile prendere parte a un nuovo viaggio immersivo tra passato e presente nel centro storico della città adriatica, dove gli splendidi colori del mare e la storia che riaffiora in ogni angolo del borgo la rendono il posto ideale per vivere un’esperienza unica e suggestiva tra arte, bellezza e gusto.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Cammini di Fede, in Molise censiti Cercemaggiore e Castelpetroso

Per un turismo esperienziale e di qualità: la soddisfazione dell'Ufficio pastorale turismo sport CAMPOBASSO-ISERNIA. L’Ufficio Nazionale della Pastorale del Turismo della Conferenza Episcopale Italiana ha...