HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Lotito tra gli universitari: "Creiamo patto tra scuola, ateneo e mondo produttivo'

Lotito tra gli universitari: “Creiamo patto tra scuola, ateneo e mondo produttivo’

SPAZIO ELETTORALE. Insieme con l’onorevole Tartaglione, il candidato al Senato nel collegio uninominale Molise per il centrodestra ha incontrato un gruppo di studenti. La proposta: “Una convenzione per creare un sistema in Regione capace di valorizzare aziende e giovani”. E poi elenca gli strumenti già a disposizione. In serata bagno di folla (foto) al Centro m2 di Campodipietra.


Il presidente Claudio Lotito, candidato al Senato nel collegio uninominale Molise per il centrodestra, e l’onorevole Annaelsa Tartaglione, candidata sul proporzionale alla Camera dei Deputati per Forza Italia, hanno incontrato ieri a Campobasso un gruppo di studenti universitari, presente tra gli altri un loro rappresentante. 

Motivo del confronto, la volontà di conoscere da vicino le problematiche inerenti le opportunità del mercato del lavoro in relazione alle prospettive occupazionali in Molise. 

Lotito e Tartaglione hanno spiegato, enunciandole, che esistono già diverse iniziative a cui i giovani possono fare riferimento. “Sono strumenti importanti – ha detto Lotito – messi in campo dalle istituzioni, ma che non vengono adeguatamente promossi e quindi attivati da parte dei giovani, non solo con riferimento alle Università ma anche alla scuola e alla formazione”. Si tratta di Studio SI, dedicato a studenti e laureati FONDO SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE  (Miur). I giovani  Molisani sono inseriti tra i potenziali destinatari per accedere al fondo; ON OLTRE NUOVE IMPRESE a tasso zero, incentivi  per giovani e donne che vogliono diventare imprenditori,  prevede un mix di finanziamenti a tasso zero e un contributo a fondo perduto; SMART E START: sostiene la nascita e la crescita delle startup innovative ad alto contenuto tecnologico e digitale; GIOVANI AGRICOLTORI: bando Inail che mette a disposizione un contributo a fondo perduto pari al 50% dell’investimento per i giovani in agricoltura, e del 40% per le imprese agricole fino ad un massimo di 60 mila euro; PIU IMPRESA: fondo perduto e finanziamenti Europei per i Giovani in agricoltura (Ismea).

I due candidati hanno quindi illustrato nuove idee in merito e annunciato che si faranno promotori di un’intesa tra mondo della scuola, università e realtà produttive e associative, da Confindustria, a Confcommercio, da Confapi a Confartigianato, Confagricoltura e Confesercenti e tutte le altre confederazioni, affinché si possano evidenziare le esigenze occupazionali che le realtà produttive e imprenditoriali del territorio regionale offrono. Attraverso stage, anche durante il corso di studi scolastici e universitari, con la possibilità di cimentarsi su progetti finalizzati ad acquisire esperienza sul campo, i giovani potranno essere stabilmente assunti, su esigenza aziendale, entrando subito nel mondo del lavoro.

E’ stato nel complesso un incontro molto proficuo e utile per fare luce su un tema fondamentale per il futuro dei giovani di una Regione alle prese, da tempo, con la crisi economica e il fenomeno grave dello spopolamento.

Lotito ieri ha visitato anche l’azienda Sassano, leader nella produzione casearia: “Ho visto qualcosa di straordinario, organizzazione e visione. Poi una cosa che mi ha emozionato e che è una costante nelle aziende che ho visitato: sulle pareti ci sono le foto dei padri, delle madri e dei nonni, cioè dei fondatori. Questo vuol dire senso di riconoscenza e di appartenenza. E’ qualcosa di importante”.

Poi, in serata, Lotito, è stato ospite del Centro sportivo m2 di Campodipietra. Dopo i mille di Venafro, gli oltre 300 di ieri sera, altro bagno di folla per lui.

Claudio Lotito continua infatti a coinvolgere il popolo molisano, col supporto di una coesione importante di tutto lo schieramento di centrodestra, dall’eurodeputato Aldo Patriciello, ai consiglieri regionali Gianluca Cefaratti e Vincenzo Niro ad altri amministratori regionali e locali. Al Centro sportivo m2 erano presenti con lui anche Lorenzo Cesa e gli altri candidati del centrodestra, intervenuti di fronte a una platea assai numerosa e partecipe. Il candidato al Senato nel collegio uninominale Molise ha ringraziato il consigliere Cefaratti e i padroni di casa, la famiglia Mascioli, in particolare Amelia: “Le faccio i complimenti per quello che fa per lo sport in Molise e per il ruolo di consigliere della Federazione Nuoto che ricopre ottimamente a livello nazionale. Lotito ha parlato per circa venti minuti, ha applaudito la squadra le ragazze e ti tecnici del Campodipietra calcio (anche la Lazio ha una squadra, in serie B), poi ha ‘pizzicato’ un rappresentante locale  dei 5 Stelle che aveva stigmatizzato la sua visita a Campitello Matese. “E perché non potrei andarci? Lotito va dappertutto, avranno pensato che ho un sosia in giro” ha scherzato. Poi la parlato di sanità e infrastrutture, di lavoro e della necessità di essere coesi ora e dopo, per poter dare alla comunità molisana l’autorevolezza e la concretezza che gli ultimi governi e rappresentanti parlamentari non hanno dato al territorio. “Ora l’unione farà la forza: bisogna mettere in moto una squadra perché la squadra vince sempre rispetto al singolo – ha detto – Ci vuole una cabina di regia che è mancata al Molise. Di concerto con le amministrazioni locali e con la Regione bisogna contare adesso pure su una rappresentanza forte in Parlamento, capace di dare risposte concrete con le battaglie che faremo a livello economico e normativo. Vogliamo riscontro immediato sulla soluzione dei problemi – ha concluso – siamo pronti per questa importante sfida”. 

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Adriano Ferraiolo: “Sì, mi sento campobassano. E quella volta con Peppino...

Intervista con il maestro del teatro dei burattini che ieri ha ricevuto la settima cittadinanza onoraria: “Posso dire che è la più sentita. Sono...