Redazionale/ Il centro formativo pentro amplia ancora la sua offerta finalizzata all’inserimento o perfezionamento nel mondo del lavoro


ISERNIA. La Cm Protos di Isernia amplia la sua offerta sul territorio finalizzata all’inserimento e al perfezionamento nel mercato del lavoro.

Presso l’ente di via Sant’Ippolito si terranno due corsi da meccatronico: il primo da 500 ore e il secondo di aggiornamento di 40 ore, al termine dei quali si otterrà la qualifica-abilitazione, valida su tutto il territorio nazionale.

Le iscrizioni sono aperte ed è possibile prenotarsi ai numeri 338.9805775 e 0865.415472, oppure inviare una mail all’indirizzo amministrazione@cmprotos.it.

Ma chi è il tecnico meccatronico? Si tratta di figura complessa e poliedrica, normata con Legge n. 224 del 2012, in grado di integrare tre diverse discipline: l’elettronica, la meccanica e l’informatica. Nello specifico, un meccatronico per auto è in grado di diagnosticare guasti e malfunzionamenti di natura meccanica, elettrica ed elettronica e di eseguire gli interventi necessari a ripristinare la funzionalità della componente logora, guasta o malfunzionante. Parimenti, il meccatronico interviene anche se l’anomalia riguarda il software della centralina o del computer di bordo. Diversi sono i sistemi elettromeccanici presenti in un’autovettura sui quali un tecnico meccatronico può intervenire come i regolatori di fasatura del sistema di iniezione, le sospensioni attive, l’ABS (il sistema che previene il bloccaggio dei freni), i tergicristalli con i sensori di pioggia, il sistema di climatizzazione dell’abitacolo e il sistema di apertura automatica delle portiere. Per queste ragioni, la formazione dei tecnici meccatronici per auto prevede lo studio di numerose materie: calcolo, fisica, elettrotecnica, tecniche di produzione e meccanica motoristica.

La Legge di Bilancio 2018 (articolo 1, comma 1132, lettera d), modificando l’articolo 3 comma 2 della legge 224/2012, aveva prorogato di altri 5 anni, quindi fino al 4 gennaio 2023, il termine per l’adeguamento dei requisiti richiesti dalla norma per l’esercizio dell’attività di meccatronica. Restano dunque pochi mesi alle imprese di autoriparazione, che risultano ancora abilitate alle sole sezioni meccanica-motoristica, oppure elettrauto per regolarizzare la propria posizione, presentando apposita domanda per l’ampliamento della propria attività alla meccatronica e adeguando i requisiti richiesti dalla norma per l’esercizio di questa attività. 

I responsabili tecnici delle imprese iscritte al 5 gennaio 2013 possono riqualificarsi per la sezione meccatronica mediante frequenza con esito positivo del corso professionale (Qualifica regionale), relativo all’abilitazione non posseduta della durata di 40 ore, mentre le imprese che intendono avviare nuove officine dovranno avvalersi di un responsabile tecnico abilitato per la sezione meccatronica e non sarà più possibile avviare un’attività per una sola delle sezioni “meccanica-motoristica” o “elettrauto”.

I corsi di Cm Protos sono rivolti sia a tutti coloro che vogliono iniziare l’attività ex novo, sia ai responsabili tecnici delle imprese già iscritte nel registro delle imprese o nell’albo delle imprese artigiane e abilitate alle attività di meccanica e motoristica o a quella di elettrauto. Per questi ultimi, il corso permetterà di ottenere le conoscenze limitatamente alle competenze non possedute (per tale motivo i percorsi formativi sono distinti per meccanici e per elettrauti).

Insomma, si tratta di una importante opportunità da cogliere al volo.