HomeNotizieCULTURA & SPETTACOLIGiornate Fai d’autunno: ecco i luoghi aperti in Molise

Giornate Fai d’autunno: ecco i luoghi aperti in Molise

La manifestazione di scena sabato 15 e domenica 16 ottobre


CAMPOBASSO. tutto pronto per l’11esima edizione della Giornate FAI (Fondo Ambiente Italiano) d’Autunno. Sabato 15 e domenica 16 ottobre prossimi riflettori puntati sulle ricchezze culturali e paesaggistiche del Belpaese.

Sono oltre 700 le proposte in 350 città d’Italia, in tutte le regioni: meraviglie da scoprire, nascoste in luoghi poco conosciuti e solitamente inaccessibili, che raccontano storia e natura dell’Italia, spaziando dall’archeologia all’architettura, dall’arte all’artigianato, dalla tradizione alla memoria, dall’antico al moderno, dalla città alla campagna. Una due giorni di festa, di divertimento, ma anche di apprendimento e sensibilizzazione.

Ai partecipanti verrà suggerito un contributo non obbligatorio a partire da 3 euro, che andrà a sostegno della missione e dell’attività del FAI (l’elenco dei luoghi aperti e le modalità di partecipazione all’evento sono consultabili sul sito www.giornatefai.it).

Chi lo vorrà, potrà sostenere ulteriormente il FAI con contributi di importo maggiore oppure con l’iscrizione annuale, sottoscrivibile online o in piazza in occasione dell’evento.

Con le Giornate FAI d’Autunno 2022 si avvia la collaborazione tra FAI e ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani nell’ambito di un Accordo recentemente firmato, volto a sviluppare e diffondere buone pratiche e a sensibilizzare i Comuni Italiani sulla salvaguardia e valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico.

Ecco i luoghi aperti in MOLISE durante le Giornate FAI d’Autunno:

CAMPOBASSO

Museo dei Misteri: apertura sabato 15, dalle ore 16 alle 18; domenica 16 ottobre dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

PETRELLA TIFERNINA

Chiesa di San Giorgio Martire: apertura sabato 15 e domenica 16 ottobre, dalle ore 10 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.

LARINO, TERMOLI

Museo Archivio Biblioteca Diocesana: apertura sabato 15 e domenica 16 ottobre, dalle ore 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30.

Tra i molti tesori che apriranno le loro porte, la Chiesa medievale di San Francesco, risultato della

sovrapposizione nei secoli di diversi stili culminati nel Barocco settecentesco – di cui è esempio sublime la cupola affrescata dal pittore molisano Paolo Gamba – e delle antiche tracce del Medioevo, ovvero un ciclo di affreschi trecenteschi di pregio raffiguranti la scena della Crocifissione e l’immagine di un santo vescovo dalla misteriosa identità, emersi durante i restauri del 2012. Il percorso proseguirà quindi tra i vicoli del centro storico fino alla Basilica Cattedrale dedicata alla SS. Maria Assunta e a San Pardo, con la facciata romanico-gotica impreziosita da sculture, decorazioni e simboli e le spoglie di San Pardo qui custodite. Infine, il percorso si conclude all’interno del Museo Diocesano collocato nell’antico palazzo vescovile, risalente al XVI secolo, in cui sono raccolte e conservate statue, opere e paramenti sacri provenienti da tutta la diocesi di Termoli-Larino. Il museo permette di ripercorrere almeno cinque secoli di arte sacra, dalle statue lignee del Cinquecento, passando per capolavori del tardo-Barocco molisano, fino ad arrivare a una mostra di arte contemporanea.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Premio ‘Eccellenze molisane al Timone’ ai Medici del Gemelli

Il riconoscimento a Mariangela Boccardi e Francesco Palumbo CAMPOBASSO. Conferito a Mariangela Boccardi e Francesco Palumbo,  dirigenti medici del Gemelli Molise,  il prestigioso riconoscimento ‘Eccellenze...