In conferenza stampa anche il questore Macrì che ha commentato i dati relativi all’aumento delle denunce in provincia


ISERNIA. Originario di San Giorgio del Sannio, nel Beneventano, si è presentato oggi alla stampa, nel corso di un incontro in Questura, il nuovo dirigente della Squadra Mobile di Isernia.

Si tratta del dottor Gianluca Vesce, giunto nel capoluogo pentro dopo due anni alla Digos di Asti.

In realtà – ha spiegato sin dalle prime battute – è operativo già da un mese, ma subito si è messo al lavoro con due operazioni: la prima nell’ambito della lotta al caporalato, in collaborazione con i carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro, e la seconda per il rientro del latitante resosi responsabile di violenza sessuale nei confronti di una giovane donna Isernina.

A fare gli onori di casa c’era il questore Vincenzo Macrì, che ha voluto commentare il dato relativo alla crescita delle denunce di reato in provincia, evidenziandone gli aspetti positivi.

LE INTERVISTE