HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Isernia, 'caso' Vigliardi. La denuncia di Pastore: “Alla politica manca pure la...

Isernia, ‘caso’ Vigliardi. La denuncia di Pastore: “Alla politica manca pure la correttezza umana”

Dura la presa di posizione del primario del Pronto Soccorso del Veneziale che si schiera in difesa del collega: “Chi per 10 anni ha retto il reparto di Chirurgia in condizioni davvero difficili dovrebbe essere almeno rispettato”


ISERNIA. “Alla politica manca pure la correttezza umana”. Dura la presa di posizione del primario del Pronto Soccorso del Veneziale Lucio Pastore che si schiera in difesa del collega Giovanni Vigliardi. Si parla infatti di una sua possibile rimozione alla guida del reparto di Chirurgia, in virtù del protocollo tra Regione e Unimol, rinnovato di recente. “Abbiamo avuto ed abbiamo molti facenti funzioni primariali nella nostra azienda – evidenzia in un lungo post su Facebook –  In questo modo si precarizza tutto ed i soggetti incaricati sono facilmente manipolabili nella loro precarietà. Se qualcuno non è in linea con le scelte politico-clientelari viene fatto fuori come è successo diverse volte al sottoscritto.

Ma chi come il dottor Vigliardi per 10 anni ha retto il reparto di Chirurgia di Isernia in condizioni davvero difficili e senza entrare in contrasto con le decisioni politico-clientelari, dovrebbe essere almeno rispettato.

Mi sono avvalso, io personalmente ed alcuni miei familiari, delle competenze professionali del collega con ottimi risultati.

Ora leggo che viene rimosso, senza minimamente interpellarlo e sostituito come un qualsiasi burattino che viene tolto dalla scena senza alcuna spiegazione. Il tutto avviene senza interpellare il diretto interessato e senza che si intraveda una strategia di reale rilancio aziendale.

La nostra è bassa politica che non ha neanche la sensibilità umana di essere corretta nei confronti del personale.

Questo avviene – evidenzia infine Pastore – anche perché una classe sanitaria non è autonoma ma soggiace a questo basso potere.

Si spera in un risveglio generalizzato delle coscienze prima di finire definitivamente nel baratro”.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Cammini di Fede, in Molise censiti Cercemaggiore e Castelpetroso

Per un turismo esperienziale e di qualità: la soddisfazione dell'Ufficio pastorale turismo sport CAMPOBASSO-ISERNIA. L’Ufficio Nazionale della Pastorale del Turismo della Conferenza Episcopale Italiana ha...