HomeNotizieCULTURA & SPETTACOLISan Martino in Pensilis, gli studenti diventano ‘Sentinelle della Civiltà’

San Martino in Pensilis, gli studenti diventano ‘Sentinelle della Civiltà’

L’iniziativa dell’istituto comprensivo ‘John Dewey’


SAN MARTINO IN PENSILIS. L’inclusione scolastica rappresenta l’architrave dell’identità culturale, educativa e progettuale delle scuole, al punto da caratterizzarne nel profondo la mission educativa, attraverso un coinvolgimento diretto e cooperativo di tutte le componenti scolastiche e del territorio.

A fronte di questa nuova visione di scuola inclusiva – in cui il successo formativo riguarda tutti gli alunni e gli studenti, nessuno escluso – l’I.C. ‘John Dewey’ di San Martino in Pensilis ha aderito per l’anno scolastico in corso ad un’iniziativa formativa ed educativa, ‘Sentinelle della Civiltà’, patrocinata dall’ Associazione Carrozzine Determinate e dall’Amministrazione Comunale di San Martino in Pensilis per attivare opportuni e significativi percorsi di sensibilizzazione, di informazione, di prevenzione e di contrasto a tutte le forme di discriminazione. In linea con il modello bio-psico- sociale della disabilità, adottato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, il progetto intende porre le basi affinché si abbattano le barriere che ostacolano la disabilità cominciando dalla cultura e iniziando dai più giovani. L’azione formativa prevede il coinvolgimento di 108 alunni di tutte le classi della Sc. Sec. di I grado del plesso di S. Martino in P., i docenti, i rappresentanti dei genitori e i componenti dell’Amministrazione comunale, abilmente guidati da Claudio Ferrante, Presidente dell’associazione Carrozzine Determinate, e Mariangela Cilli, Avvocato, esperta in normativa su inclusione e disabilità nonché Segretaria dell’Associazione Carrozzine Determinate.

Le attività si svolgeranno nell’auditorium della Scuola Primaria in tre date: 24 novembre, 2 e 14 dicembre in preparazione alla Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità del 3 dicembre, istituita nel 1992 dall’ONU.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Vent’anni senza Giovanni Cinelli: Villa Artemide ospita le sue opere

A curare la mostra del pittore la figlia Aurora ISERNIA. Inaugurata ieri, fino al 15 gennaio, si svolgerà a Frosolone presso Villa Artemide, sede dell'Esposizione...