HomeEVIDENZACrediti inesigibili e debiti fuori bilancio, Toma scrive a Fitto e Giorgetti:...

Crediti inesigibili e debiti fuori bilancio, Toma scrive a Fitto e Giorgetti: “Il Governo ci azzeri 41 milioni di deficit”

La comunicazione in Consiglio regionale del governatore Toma, che ha lanciato una frecciata alle precedenti amministrazioni, facendo riferimento ai debiti maturati e alle entrate calcolate ma andate in fumo. Come 25 milioni di euro di tasse automobilistiche quasi tutte andate in prescrizione


CAMPOBASSO. Crediti inesigibili, a partire dalle tasse automobilistiche andate in prescrizione. E debiti fuori bilancio, non calcolati, ma da coprire obbligatoriamente. Per un totale di 41 milioni di euro, quota del debito regionale riferita al 2021, in buona parte derivata dalla sanità, che si aggiunge al debito ‘storico’ del Molise: 533 milioni di euro certificati alla data dal 31 dicembre 2017. E da coprire in trent’anni.

Il governatore del Molise ha scritto al ministro per gli Affari regionali Raffaele Fitto e al ministro delle Economie e delle Finanze Giancarlo Giorgetti, per chiedere di disporre un provvedimento con cui azzerare i 41 milioni di euro di debito del Molise, con fondi Fsc.

L’annuncio nelle comunicazioni che il presidente ha fatto oggi in Consiglio regionale, quando ha letto la lettera appena spedita ai due esponenti del Governo Meloni.

“In questi anni abbiamo utilizzato 130 milioni di risorse nostre per eliminare crediti non riscuotibili, mantenuti tra i crediti attivi, quindi in sostanza per coprire “le magagne precedenti” – ha detto Toma a Palazzo D’Aimmo – A questi si aggiungono i 63 milioni di debiti fuori bilancio relativi alla precedente amministrazione ma coperti con risorse procurati da questa amministrazione. Ci siamo giocati 200 milioni di euro che ci avrebbero consentire di ridurre di tanto il disavanzo, ma dovevamo farlo perché la Corte dei Conti ha precisato che esiste la continuità di mandato, anche se insieme a questa esiste anche la responsabilità politica”.

“Abbiamo chiesto al ministro Fitto una quota di copertura straordinaria per azzerare questa passività di 41 milioni – ha precisato ancora Toma – riconoscendo questa somma entro l’anno”.

Si attende dunque la risposta del Governo. Per ridurre il debito che, ha detto Toma, nell’ultima legislatura era sceso da 533 a 492 milioni di euro. Ma che, con i nuovi passivi, è tornato alla stessa cifra: 533 milioni sul Molise e i molisani.

Carmen Sepede

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Ciaspolate e non solo: un’altra settimana di avventure con ‘Attraverso il...

Il programma messo a punto dall'associazione per andare alla scoperta delle meraviglie del territorio CAMPOBASSO/ISERNIA. Un'altra settimana da non perdere con gli appuntamenti targati 'Attraverso...