HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Il 16 dicembre scade il saldo Imu. Novità e informazioni sul sito...

Il 16 dicembre scade il saldo Imu. Novità e informazioni sul sito del Comune

Nell’opuscolo pubblicato sul sito di Palazzo San Giorgio


CAMPOBASSO. Il Comune di Campobasso ricorda che scadrà il 16 dicembre la rata a saldo/conguaglio dell’Imu 2022.

Tutte le informazioni sono contenute nell’opuscolo pubblicato sul sito istituzionale del Comune www.comune.campobasso.it nella Sezione Sportello telematico Tributi e Tasse, sotto la voce IMU 2022.

In sintesi queste le novità IMU 2022:

RIDUZIONE IMU PER I PENSIONATI RESIDENTI ALL’ESTERO. (art. 1, comma 743, della Legge 234/2021- Legge di Bilancio 2022). Limitatamente all’anno 2022 è ridotta al 37,5% l’IMU relativa ad una sola unità immobiliare ad uso abitativo, non locata o non data in comodato d’uso, posseduta in Italia a titolo di proprietà o usufrutto da soggetti non residenti nel territorio dello Stato che siano titolari di pensione maturata in regime di convenzione internazionale con l’Italia, residenti in uno Stato di assicurazione diverso dall’Italia. Ciò significa che mentre nel 2021 per tali soggetti la riduzione d’imposta era pari al 50%, nel 2022 essa sale al 62,5%

ESENZIONE IMU ‘BENI MERCE’. (art. 1, comma 751, della L. 160/20219 – Legge di Bilancio 2020). A decorrere dal 1° Gennaio 2022 sono esenti dall’IMU i fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, finché permanga tale destinazione e non siano locati.

ABITAZIONE PRINCIPALE. La Corte Costituzionale, con sentenza n. 209 del 12 ottobre 2022 ha dichiarato incostituzionale la norma che limita l’esenzione IMU per l’abitazione principale ad un solo immobile “nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente”. Le disposizioni di legge sono state censurate dalla Corte costituzionale nella parte in cui subordinano la qualificazione di abitazione principale, e quindi il riconoscimento della relativa esenzione dall’IMU, al riscontro del doppio requisito (dimora abituale e residenza anagrafica) in capo all’intero nucleo familiare di cui fa parte il soggetto passivo, anziché in capo solo a quest’ultimo quale soggetto passivo d’imposta. Conseguentemente, sono state altresì dichiarate incostituzionali le disposizioni che impongono al contribuente la scelta di un’unica abitazione da esentare nell’ambito del territorio del medesimo comune o anche (a decorrere dal 2022) nell’ambito del territorio di comuni diversi. Il risultato della sentenza porta alla modifica della norma eliminando il riferimento al nucleo familiare e riconoscendo l’esenzione al possessore dell’immobile che vi abbia residenza e dimora abituale. Quindi la definizione di abitazione principale viene modificata come segue: “per abitazione principale si intende l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente”.

ESENZIONE IMMOBILI CAT. D3. (art. 78, comma 1, lett. d), e comma 3 del D.L. 104/2020). Per il 2022, così come per il saldo 2020 e per l’anno 2021, resta confermata l’esenzione dal versamento IMU per gli immobili destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli (ossia gli immobili rientranti nella categoria catastale D/3), a condizione che i relativi proprietari siano anche i gestori delle attività ivi esercitate.

NUOVO MODELLO DI DICHIARAZIONE IMU: Le persone fisiche e gli enti commerciali relativamente ai propri immobili situati nel territorio nazionale devono utilizzare il nuovo modello approvato con Decreto Ministeriale del 29 luglio 2022 (in G.U. dell’8/8/2022), mentre gli enti non commerciali dovranno continuare ad utilizzare il modello di cui al D.M. 26 giugno 2014.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Bagnoli del Trigno a ‘Mezzogiorno Italia’, importante vetrina nazionale

Le bellezze dell'area per le telecamere e gli spettatori di Rai 3. GUARDA LE FOTO BAGNOLI DEL TRIGNO. Nella tarda mattinata di oggi, sabato 28...