Foto Ansa

La tragedia si è consumata questa mattina: fermato il 57enne. Si indaga sul movente


ROMA. Tre donne uccise e quattro feriti. Questo il pesante bilancio della sparatoria durante una riunione di condominio nella zona Fidene a Roma.

Fermato il responsabile. Come riferisce l’Ansa è un uomo di 57 anni, Claudio Campiti. Per  per motivi ancora da accertare, ha estratto la pistola e ha fatto fuoco uccidendo tre donne: Sabina Sperandio, Elisabetta Silenzi e Nicoletta Golisano.  “E’ entrato nella sala, ha chiuso la porta e ha urlato vi ammazzo tutti e ha cominciato a sparare”. E’ quanto raccontato da una testimone che era presente alla riunione di un consorzio di condomini a Fidene.

 Campiti avrebbe preso la pistola ad un poligono di tiro senza restituirla. Avrebbe fatto fuoco appena entrato nel gazebo dove era in corso la riunione sparando contro il consiglio di amministrazione del Consorizio.
 “Ho provato a saltargli addosso ma già altri gli si erano buttati addosso. Aveva bloccato la porte e ci ho messo un po’ per far uscire la gente. Se non fosse stato per noi sarebbe stata una strage, aveva 2 caricatori e altre cartucce. Ho visto una ragazza accanto a me che è stata colpita ed è morta”. La testimonianza di un uomo presente durante la sparatoria avvenuta questa mattina nel quartiere Colle Salario mentre era in corso una riunione di condominio in un bar.