I volontari hanno soccorso il piccolo e i suoi genitori lungo la Statale 17


CASTELPETROSO. Tra le centinaia di automobilisti rimasti bloccati ieri sera sulla Statale 17, in territorio di Castelpetroso c’era anche una famiglia di turisti con un bimbo di soli 4 mesi. In loro soccorso sono arrivati i volontari della Croce Rossa di Isernia. 

La loro auto è stata scortata lungo un percorso alternativo in modo da evitare che il neonato passasse tutta la notte all’addiaccio. Il personale sanitario del Comitato di Isernia, inoltre, ha prestato le cure mediche a una 25enne a bordo di un pullman che viaggiava in direzione che viaggiava in direzione Campobasso,  bloccato nei pressi di Castelpetroso. La giovane era in un evidente stato di shock ma per fortuna non si è reso necessario il trasferimento presso una struttura ospedaliera.

La notte scorsa, i volontari del Comitato di Isernia della Croce Rossa Italiana, di concerto, con la Centrale Operativa del Comando provinciale dei Carabinieri di Isernia, sono stati impegnati in alcune attività di supporto e soccorso in favore dei numerosi automobilisti e camionisti rimasti bloccati sulle principali arterie stradali della provincia pentra a causa delle abbondanti nevicate. Nello specifico tre autovetture 4×4 e un’ambulanza hanno raggiunto il valico di Castelpetroso, sulla Statale 17, e alcuni tratti della SS 650 Trignina in cui si erano formate lunghe code di automobili e mezzi pesanti. Distribuite anche coperte e bevande calde “Restiamo in continuo contatto con forze dell’ordine, Protezione Civile e Vigili del fuoco per intervenire laddove ce ne fosse bisogno” ha dichiarato il presidente della Cri Isernia, Fabio Rea.