Il percorso formativo di Coldiretti Molise con ‘Scuola e lavoro’ e Impresa Verde Molise


TERMOLI. Partirà il prossimo 24 gennaio, nella sala convegni di Coldiretti Molise a Campobasso, il progetto Agrismart. Ideato in collaborazione fra Coldiretti Molise, l’ente di formazione “Scuola e Lavoro” di Termoli ed Impresa Verde Molise srl, la Società di servizi di Coldiretti Molise. Il Progetto è stato presentato nell’ambito dell’Avviso Pubblico PSR 2014-2020 Misura 1. Sottomisura 1.2, Intervento 1.2.1 Attività “dimostrative” e “informative” e vuole fornire supporto informativo alle aziende agricole e zootecniche che operano in regione. 

Il Progetto si compone di una parte “informativa”, che si realizzerà mediante 7 seminari, e una “dimostrativa” che prevede 15 eventi in aziende agricole molisane. Le tematiche che saranno affrontate, sia nella loro parte teorica in aula che pratica nelle visite aziendali, sono: l’ambiente, l’innovazione ed i cambiamenti climatici. 

Il primo seminario, con inizio alle ore 8.30 a Campobasso, riguarderà la nuova programmazione PAC/PSR 2023-2027. Questo incontro verrà replicato, nel corso dei prossimi giorni, in altri 12 comuni della regione al fine di raggiungere il maggior numero possibile di imprenditori agricoli e zootecnici molisani.

Nell’ambito delle misure “informative”, nelle prossime settimane seguiranno altri sei seminari che affronteranno una serie di tematiche che spazieranno dall’agricoltura biologica agli avvicendamenti colturali, dalla conservazione della biodiversità ed il ruolo degli impollinatori in agricoltura alla creazione dei bio distretti, dai contratti di filiera agli effetti del cambiamento climatico sul sistema agro-zootecnico-forestale.

Le azioni “dimostrative”, invece, prevedono il coinvolgimento di 10 aziende agricole e zootecniche della regione che faranno da “aula” a 15 diversi eventi formativi nel corso dei quali i partecipanti potranno osservare ed apprendere le buone pratiche di gestione e conduzione aziendale che consentono di conciliare il miglioramento della qualità ambientale con la conservazione della biodiversità, salvaguardando la fertilità del suolo ed il corretto uso delle risorse idriche. Saranno inoltre affrontate tematiche relative a pratiche zootecniche estensive miranti al miglioramento del benessere animale. Non mancheranno inoltre focus sull’uso delle energie rinnovabili, come le biomasse, il fotovoltaico e ed il micro-eolico, sulla trasformazione digitale nel primario come anche sulle più avanzate applicazioni informatiche usate nell’agricoltura di precisione.