Sant’Elia a Pianisi accanto alle donne iraniane e afghane, contro ogni violenza

In occasione dell’8 marzo 2023 verrà addobbata e illuminata di giallo la Fontana della Pace in paese


SANT’ELIA A PIANISI. Un monumento pubblico addobbato con alcuni simboli e illuminato di giallo. Così l’Amministrazione comunale di Sant’Elia a Pianisi, in occasione della Giornata internazionale della donna l’8 marzo 2023, ha organizzato un momento solenne con una temporanea installazione. Così, seguendo la circolare Anci in cui si chiede di adottare, quest’anno, una mozione per la condizione delle donne iraniane e afghane, nelle serate del sette e dell’otto marzo dalle 18 alle 21 la Fontana della Pace in paese, a corso Laudo, verrà trasformata in un’installazione temporanea.

La circolare invita ad adottare iniziative di informazione sui diritti negati nei confronti delle donne, delle ragazze e delle bambine in Afghanistan e Iran, e inoltre a coinvolgere tutti i soggetti attivi del territorio, in particolare i ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado. In alcuni Paesi le donne, godono di alcuni diritti, ma molti di quelli che avevano ottenuto durante il periodo monarchico sono stati aboliti o pesantemente ridotti secondo la legge islamica. Afghanistan e Iran sono gli unici due paesi al mondo dove l’utilizzo dello hijab è obbligatorio in quanto imposto per legge.

Così a Sant’Elia a Pianisi, particolarmente sensibile a tali iniziative inclusive, considerando anche il progetto Sai che ospita circa 18 beneficiarie tra donne e bambini, la Fontana della Pace verrà decorata con l’installazione di un drappo rosso, di alcune ghirlande di fiori gialli e bianchi, di una pianta di mimosa – divenuto il simbolo femminile per eccellenza – e di un fascio di luci. Una vera e propria presa di posizione che denuncia ogni forma di violenza e negazione della libertà in cui le donne spesso incorrono.