Si finisce sullo 0-1 interrompendo una striscia positiva sia come risultati che come lucidità, con un gol annullato che avrebbe potuto cambiare le sorti della partita


Asd Vastogirardi 0 – 1 A. J. Fano

19 marzo 2023, 28^ giornata Campionato Serie D-Girone F, stadio “Di Tella” Vastogirardi

Marcatori: Broso (60’)

Le formazioni

ASD VASTOGIRARDI

Petriccione, Solimeno (Pierfederici 33’st), Panaro, Modesti, Ruggieri, Grandis (Ciocca 40’st), Fiori, Antogiovanni, Calemme (Sergio 28’st), Hernández (16’st Bentos), Makni.

A disp. Nappo, Gargiulo, Khoris, Iacullo, Sergio, Ortu.

All. Giovanni Piccirilli

ALMA JUVENTUS FANO

Bizzini, Allegrucci, Severini, Urbinati, Bonacchi, Schiaroli, Niang, Nappo, Broso (Carrà 40’st), Brunetti (Malshi 28’st), Drole’ (Nappello 42’st, Tomassini 47’st).

A disp. Giulini, Roberti, Zingaretti, Zanni, Serges.

All. Andrea Mosconi

La terna arbitrale

Saffiotti (Como), Ferrara (Castellammare S.), Infante (Battipaglia)

Note

esp. Severini (doppia amm. 17’pt, 45’st), amm. Petriccione (19’pt), Drole’ (22’pt), Urbinati (31’pt), Solimeno (21’st), Modesti (24’st), Broso (26’st)


La cronaca della gara. Dopo cinque minuti il Vastogirardi si fa già sentire con due occasioni importanti, quando Calemme lanciato a rete viene disinnescato dalla difesa ospite e poi, due minuti dopo, addirittura si arriva a gol annullato poi per fallo su Bizzini. Al quarto d’ora risultato invariato ma è sempre la squadra di casa a dettare le regole dell’incontro, costruendo il gioco e lasciando pochissimi spazi agli avversari. Poco dopo Fiori riceve palla sulla sua corsia e si lancia all’attacco ma viene atterrato al limite. Sugli sviluppi del calcio di punizione battuto da Calemme il Fano recupera palla e riparte con Drole’: Petriccione esce un po’ troppo di prepotenza atterrando l’11 avversario, e per Saffiotti è giallo secco. L’estremo difensore gialloblù si fa perdonare la leggerezza con due belle parate, prima sul calcio piazzato a seguito del fallo e poi sul corner quando la palla s’infila insidiosa e sarebbe bastato davvero pochissimo a sovvertire il corso della partita. In questa fase il Fano recupera spunti e il gioco si sposta più nella metà campo di casa. Gran brivido al 42’pt e poi al 43’pt con Hernandez che per ben due volte va vicino alla conclusione, prima solo su Bizzini – sugli sviluppi di un servizio lungo di Modesti – poi a conclusione di un’azione corale tentando il gol da posizione decentrata sinistra. Nel mezzo c’è spazio anche per Drole’ che s’infila pericolosissimo da destra ma Petriccione si allunga e ferma tutto.

Si ritorna dagli spogliatoi con lo stesso spirito ed equilibri precedenti: il Fano fa fatica a farsi vedere pericoloso dalle parti di Petriccione mentre il Vastogirardi continua a costruire senza riuscire a concretizzare. Dopo diverse azioni dei gialloblù arriva anche il primo tiro utile per gli ospiti al 20’st, a opera di Niang, che viene comunque chiuso. Sugli sviluppi di un corner per il Fano al 23’st Petriccione esce di pugni e allontana la sfera. Cala il gelo al 26’st: Broso s’inventa un tiro di rovesciata bassa rasoterra uncinando un corner col collo del piede. Beffarda la sfera rimbalza nell’angolino a sinistra di Petriccione, che nonostante l’allungo nella direzione giusta non ci arriva. Rete totalmente inaspettata per gli undici di Coletti, che oggi segue la squadra dagli spalti per squalifica. Si interviene inserendo Pierfederici a supporto. E subito il numero 18 si rende protagonista di una bella azione in area servendo Bentos il cui tiro potenzialmente da gol viene bloccato dalla difesa ospite. Ritrova coraggio ora il Vastogirardi con diverse occasioni, anche Fiori riesce a infilarsi in area ma ancora viene chiuso. Il Fano forte del vantaggio serra le linee nella sua metà campo. Ancora i gialloblù con Makni si fanno sotto con un’altra occasione d’oro davanti a Bizzini ma per l’assistente è fuorigioco. Le ultime battute si giocano interamente nella metà campo ospite. Fallaccio da ultimo uomo di Severini che si prende il secondo giallo e lascia i suoi in dieci. Ruggieri ci prova dal calcio piazzato in conseguenza: il ‘Di Tella’ trattiene il fiato ma il tiro è alto. Cinque minuti di recupero e un cuore da leone non bastano agli altomolisani per farcela: si finisce sullo 0-1 interrompendo una striscia positiva sia come risultati che come lucidità, con un gol annullato che avrebbe potuto cambiare le sorti della partita.