Il raggiro per il valore di mille euro. In azione la Polizia postale


ISERNIA. Pubblicavano falsi annunci su una pagina facebook dedicata ad attrezzature per l’agricoltura. Ma sono stati identificati e denunciati dagli agenti della Polizia Postale di Isernia. A finire nei guai due uomini e una donna, di origini pugliesi, ritenuti responsabili in concorso tra loro del reato di truffa.

L’indagine trae origine dalla denuncia presentata da un giovane isernino, il quale, dopo aver pagato il prezzo pattuito con i sedicenti venditori per l’acquisto di un decespugliatore ed una motosega, ha atteso invano di ricevere la merce ordinata. Solo dopo aver effettuato il pagamento, infatti, si è reso conto che, con il suo denaro, aveva in parte ricaricato una carta prepagata ed in parte un conto acceso presso una piattaforma di scommesse online.Ottenuto il pagamento, i falsi venditori si sono resi irreperibili, chiudendo il profilo facebook utilizzato per pubblicizzare gli oggetti. Tale circostanza non ha comunque impedito agli agenti della Polpost pentra di identificare, grazie ad accurate indagini basate sulle tracce informatiche disponibili, i tre complici. Questi ultimi, da ritenersi innocenti fino a sentenza definitiva, sono stati quindi denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Isernia.