Bagni modulari dietro la Fontana Fraterna, Castrataro chiude il caso: “Scelta pratica per garantire un servizio”

Il sindaco di Isernia risponde alle polemiche sollevate a seguito della sistemazione provvisoria dei prefabbricati in occasione della Notte Rosa. GUARDA LA VIDEOINTERVISTA


ISERNIA. “Scelta pratica per garantire un servizio”: il sindaco di Isernia Piero Castrataro chiude così il caso dei bagni modulari sistemati provvisoriamente nello spazio restrostante alla Fontana Fraterna in occasione della Notte Rosa, che hanno sollevato polemiche in città.

“La nostra è stata una valutazione di tipo pratico – ha detto il primo cittadino – in quanto purtroppo ci sono persone che usano l’area retrostante alla Fontana Fraterna in maniera impropria, invece di utilizzare i servizi igienici dei locali. Per questo, considerano l’affluenza di pubblico alla Notte Rosa abbiamo deciso di fornire un servizio alla città. Quello scelto è risultato il posto più idoneo per gli allacci. I bagni sono rimasti lì praticamente per un notte, fornendo il servizio che dovevano dare”

CLICCA IN ALTO E GUARDA LA VIDEOINTERVISTA