Il weekend di gara del 25-26-27 agosto sarà decisivo per la R7 Cup: Marino a soli 7 punti dal primo in classifica può accaparrarsi il titolo


ISERNIA-MUGELLO. Quello del 26 agosto sarà un weekend bollente sull’asfalto del Mugello, uno dei circuiti internazionali più belli al mondo: Isernia Corse si giocherà la testa dell’R7 Cup con Samuele Marino a soli 7 punti dalla testa di classifica.

Si comincia oggi, con tutto il ‘carrozzone’ in trasferta in Toscana. Come pianificato, stavolta si correrà nel contesto della Promo Racing Cup e non del Civ. Tutti gli sforzi del team molisano saranno rivolti alla vittoria: per Marino sarebbe non solo la prima volta sul gradino più alto del podio, dopo un secondo e un terzo posto, ma anche un consolidare le probabilità di vincere l’intera posta in gioco. Una possibilità che però non deve influenzare psicologicamente il promettente pilota: l’obiettivo sarà vincere in ogni caso.

C’è una grande novità, un ulteriore investimento a dimostrazione del grande spirito imprenditoriale e sportivo dietro il progetto Isernia Corse. Mentre prima c’era un service esterno, ora invece è tutto internalizzato, con nuove maestranze che dipendono direttamente dal presidente Ivano Lancellotta. Non solo: in R7 Cup stavolta correranno due moto con la livrea di Isernia Corse, e con un nuovo pilota: Marco Chiancianisi. E nella categoria 1000 Avanzata, di nuovo nel Trofeo italiano amatori, torna anche lo stesso Lancellotta, in sella alla fedele Suzuki GSX-R 1000 con la quale ha corso già negli anni scorsi.

Con tre moto di proprietà in griglia si proverà a rodare gli ingranaggi del team: l’obiettivo non è solo vincere il campionato R7 Cup, ma anche giocarsi la finale europea in Spagna ad armi pari con team ben più blasonati ed esperti. Sarà questa l’occasione per creare il giusto affiatamento e impostare il lavoro da svolgere in quell’importante appuntamento.

Grande impegno da parte dell’Isernia Corse, per portare questo team dal Molise nel mondo, anche grazie agli sponsor che hanno creduto e continuano a credere nel progetto (sono tutti sulle pagine social della squadra)