HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Economia, assunzioni in calo in Molise: difficili da reperire figure professionali

Economia, assunzioni in calo in Molise: difficili da reperire figure professionali

Il riferimento è al mese di agosto. A delineare questo scenario è il Bollettino del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal


CAMPOBASSO. Ad agosto le imprese in Italia prevedono di attivare 293mila contratti di lavoro (a tempo determinato superiori ad un mese o a tempo indeterminato). Rispetto al mese di agosto 2022, le previsioni evidenziano 8mila contratti in più, pari al +3,0%, mentre per il trimestre agosto-ottobre la previsione si attesta su 1,3 milioni di assunzioni registrando una flessione rispetto all’anno scorso (-0,7% con -9mila contratti).  

A delineare questo scenario è il Bollettino del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal.

In Molise, sono circa 1.120 le assunzioni previste dalle imprese dell’industria e dei servizi nel mese di agosto e 4.080 quelle per il trimestre agosto-ottobre. Rispetto ad un anno fa, in regione, si assiste ad una contrazione della domanda di lavoro, pari circa a 20 unità in meno previste sul singolo mese (-1,8%), e di 300 unità in meno previste per il trimestre (-6,8%). A livello dimensionale, sono le piccole imprese con meno di 50 dipendenti a programmare l’84% delle assunzioni complessivamente previste per il mese, mentre le medie imprese nella classe 50-250 dipendenti ne programmano l’11% e le medio grandi imprese con oltre 250 dipendenti il restante 5%.

Ad agosto, l’industria nel suo complesso, in regione, ricerca 390 lavoratori e prevede oltre 1.400 assunzioni nel trimestre agosto-ottobre. Il manifatturiero è alla ricerca di circa 170 lavoratori nel mese e di 580 nel trimestre. La domanda di lavoro proveniente dal comparto delle costruzioni, invece, si attesta su circa 230 assunzioni nel mese e circa 860 assunzioni nel trimestre.

 Sono invece 730 i contratti di lavoro previsti dal settore dei servizi nel mese in corso e oltre 2.600 nel trimestre agosto-ottobre. È il turismo a offrire le maggiori opportunità di impiego con circa 270 lavoratori ricercati nel mese e circa 760 nel trimestre. Il comparto del commercio offrirà 170 opportunità nel mese e 570 nel trimestre; a seguire il comparto dei servizi operativi di supporto alle imprese (150 nel mese e 670 nel trimestre) e quello dei servizi alle persone (circa 140 nel mese e 650 nel trimestre).

Aumenta, su base annua, la quota di contratti stabili previsti: nel 17% dei casi (era il 15% un anno fa) le entrate previste saranno stabili, ossia con un contratto a tempo indeterminato o di apprendistato, mentre nell’83% saranno a termine (a tempo determinato o altri contratti con durata predefinita).

La difficoltà di reperimento conferma il dato dei mesi precedenti, attestandosi al 44,3%. Le difficoltà sono dovute soprattutto alla mancanza di candidati, più che ad una preparazione inadeguata. Il gruppo professionale dei “Dirigenti, professioni con elevata specializzazione e tecnici” si conferma essere il gruppo con maggiori difficoltà di reperimento (52,9%); a seguire il gruppo professionale degli “Operai specializzati e conduttori di impianti e macchine” (48,7%) e degli “Impiegati, professioni commerciali e nei servizi” (41,3%).

Più letti

‘Eva non ha mangiato la mela’, a Isernia l’evento dell’Accademia Italiana...

Il 19 aprile 2024 alle 17.45 nel foyer dell’Auditorium Unità d’Italia la presentazione del volume del professor Giovanni Ballarini ISERNIA. Sarà presentato venerdì 19 aprile...
spot_img
spot_img
spot_img