Il primo cittadino di Sant’Agapito al lavoro insieme alle altre istituzioni per trovare una soluzione alla luce degli episodi che si sono registrati negli ultimi giorni


SANT’AGAPITO. “È una persona che ha bisogno di assistenza costante”. Così il sindaco di Sant’Agapito Giuseppe Di Pilla, interviene a seguito dei recenti episodi che hanno visto protagonista il 50enne, residente in paese, denunciato per atti osceni in luogo pubblico e poi per furto.

Il primo cittadino ha spiegato che le condizioni psicofisiche in cui versa l’uomo non gli consentono di vivere da solo. “Ha bisogno – ha detto – di qualcuno che si prenda quotidianamente cura di lui”.

Per questo Di Pilla si è attivato, per quelle che sono le sue competenze. Si è confrontato con l’Ambito Sociale e con la Prefettura, in maniera da trovare una soluzione condivisa e definitiva. “A breve – ha detto il sindaco che, al momento è lontano dal Molise – sarà convocato un tavolo socio-sanitario, per discutere del caso e trovare una soluzione definitiva.

Credo che quella più adeguata per lui sia una casa-famiglia, una struttura come quella in cui ha vissuto fino a poco tempo fa e dove si sono presi cura di lui. Come sindaco ho fatto tutto quello che mi è consentito fare. Ora però bisogna fare in fretta, prima che possa accadere qualcosa di più grave”.