Anche stavolta “Non si prevedono risorse aggiuntive da destinare al contratto integrativo decentrato”, denuncia la segretaria Uil


CAMPOBASSO. “Oggi si avvia l’aggiudicazione del servizio di trasporto locale per la città di Campobasso. Ancora una volta constatiamo che nei bandi, vengono dimenticati i lavoratori e la valorizzazione della qualità del lavoro!”. Così la segretaria della UIL Molise, Tecla Boccardo.

“Infatti, come per il precedente bando regionale – prosegue la segretaria – non si prevedono risorse aggiuntive da destinare al contratto integrativo decentrato che permette di finanziare alcuni aspetti normativi ed economici rispetto al contratto nazionale, per compensare la qualità produttiva e quindi specifiche attività che si renderebbero necessarie nelle diverse realtà locali”.

“Questa previsione economica aggiuntiva, sarebbe assolutamente utile in questo particolare periodo di crisi caratterizzato da un’inflazione elevata che di fatto riduce il reddito reale dei lavoratori e che con una contrattazione di secondo livello potrebbe essere in parte recuperata – aggiunge la Boccardo – Al tavolo, che speriamo a breve sarà convocato dal neo Presidente della regione, chiederemo un vero cambio di passo, in nome di quella discontinuità che coerentemente a quanto annunciato ha intrapreso e che apprezziamo. In considerazione delle difficoltà di lavoratori e pensionati chiederemo come UIL, che sia avviato un processo di ristrutturazione che porti al recupero di risorse da destinare alla sottoscrizione di una contrattazione integrativa e alla riduzione dei costi dei servizi a domanda individuale”.

“Che si prosegua alla verifica dei costi di tutti i servizi pubblici essenziali dati in concessione o esternalizzati, dalla sanità ai servizi sociali, al trasporto pubblico alla formazione, per una maggior efficienza ed efficacia dei servizi, a garanzia dei diritti delle persone e del benessere collettivo”, conclude la sindacalista.