HomeNotizieSPORTLa Molisana Magnolia, i fiori d'acciaio chiudono al 3° posto il torneo...

La Molisana Magnolia, i fiori d’acciaio chiudono al 3° posto il torneo di Agropoli

Rossoblù vincenti in overtime con Battipaglia (78-74), Dedic immarcabile chiude a 29. Domenica si apre la stagione contro Sassari


AGROPOLI. Riscatta prontamente lo stop in semifinale contro Ragusa e fa sua la sfida della finalina contro le ‘padrone di casa’ di Battipaglia La Molisana Magnolia Campobasso. I fiori d’acciaio si impongono, dopo un supplementare, con una prova di grande resilienza e determinazione con tre elementi in doppia cifra ed una Dedić che va vicina al trentello, con 29 punti alla fine della partita. La croata è semplicemente una macchina al tiro, con il 75% dal campo, ed è perfetta a cronometro fermo, nove tiri liberi realizzati su altrettante presenze in lunetta.

In una contesa molto sentita fisicamente, le magnolie, che partono con Giacchetti in cabina di regia, provano a prendere l’inerzia in avvio con Battipaglia che rimane in scia. Nel secondo periodo le rossoblù provano a prendere margine ed arrivano ad avere tre possessi di margine all’intervallo lungo. Al rientro il gap aumenta ed arriva ad undici lunghezze sul 26-37.

Qui coach Sabatelli dà spazio ad un quintetto junior che finisce per gare dazio contro le giovani campane. Un contro parziale di 19-5 spinge Battipaglia avanti. Nel quarto periodo le magnolie rientrano e sorpassano, ma Battipaglia impatta sul finale ed ha anche il tiro della vittoria, che manca. Si va all’overtime sul 67-67.

Campobasso, costretta a fare i conti anche con diversi problemi di falli, stringe ulteriormente le maglie in difesa, Dedić dà un’ulteriore spallata e le rossoblù possono fare festa (78-74), riportando in Molise il trofeo per il terzo posto.

“Per mia natura mi piace vedere sempre il bicchiere mezzo pieno e posso dire che questa squadra non ha mai mollato anche nei momenti di difficoltà – le parole di coach Mimmo Sabatelli – Abbiamo avuto un margine in doppia cifra, abbiamo messo in campo le nostre under, abbiamo”subito un po’, ma abbiamo poi reagito con determinazione portando a casa il referto rosa. E così abbiamo fatto un ulteriore passo in avanti anche perché, come si dice, vincere aiuta a vincere”.

Guardando in prospettiva, per Sabatelli “c’è da lavorare ancora e tanto, soprattutto sulla difesa, perché anche in questo fine settimana abbiamo concesso troppe situazioni. Anche le nostre junior devono essere consapevoli che, quando sono in campo, tutto il lavoro parte da quest’aspetto perché è solo in questo modo che possiamo poi essere più performanti in attacco”.

Peraltro, in Campania, le magnolie hanno dovuto fare i conti con due assenze di non poco conto: quelle cioè di Martina Kacerik e Blanca Quiñonez, entrambe però in predicato di lavorare col gruppo già da martedì.

“Ora, con il rientro di entrambe (Kacerik ha vissuto un precampionato a singhiozzo, Quiñonez non ha preso parte ad alcun test match), saremo al completo e dovremmo dar vita ad una settimana di lavoro a tutto tondo per cercare di concentrarci ulteriormente su quella che è una sfida non semplice perché, di fronte, avremo una delle migliori squadre della scorsa stagione e, con certezza, saremo attesi da una vera e propria battaglia” ha chiosato Sabatelli.

Per le campobassane, in effetti, domenica con palla a due alle ore 16.15, al PalaRomare di Schio ci sarà la prima di campionato nel novero dell’Opening Day curato dal team orange. Per i fiori d’acciaio ci sarà l’incrocio con la Dinamo Sassari che, nel suo roster, può contare anche su di una ex rossoblù quale Anna Togliani.

In precedenza, mercoledì sera dalle 20, la squadra incontrerà tifosi, autorità e sponsor per quella che sarà la presentazione ufficiale del roster rossoblù e dello staff tecnico.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti