In apertura dei lavori della seduta di oggi. Osservato un minuto di silenzio


CAMPOBASSO. Anche il Consiglio regionale del Molise ha voluto ricordare e rendere omaggio al presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano, scomparso neigiorni, scorsi. Lo ha fatto questa mattina in apertura dei lavori della seduta, con le parole del presidente del Consiglio Quintino Pallante e con un minuto di silenzio.

“Una personalità politica complessa e poliedrica, quella del presidente Napolitano – ha sottolineato Pallante – basata su valori e principi forti che lo hanno portato, nella sua lunga testimonianza istituzionale, a combattere tante battaglie nel Partito Comunista prima, e a servire, poi, il Parlamento italiano e quello europeo, dunque il Governo nazionale e per ben due volte la Presidenza della Repubblica. 70 anni di vita politica e istituzionale vissuti sempre con pienezza di idee, profondità di prospettiva, ampiezza di vedute, capacità di sintesi e operatività decisionale. 70 anni passati a servire il proprio paese e le istituzioni che lo rappresentano. Giorgio Napolitano ha ricevuto, nella sua lunga testimonianza, apprezzamento e condivisioni.

Non sono mancate le critiche che sempre accompagnano chi agisce e decide, e che non certo lo hanno trattenuto dal portare avanti quanto si era prefisso in ossequio a ciò che credeva giusto e positivo per l’Italia e per gli italiani. Alla storia, supremo giudice, affidiamo l’arduo giudizio di un uomo che ha ricevuto l’affetto di tanti compagni di viaggio e il rispetto dei suoi avversari, fornendo nel suo lungo e variegato impegno, un contributo a questo nostro Paese e con esso all’Europa intera. Onorando la sua abnegazione per le istituzioni e per la vita parlamentare, abbiamo inteso continuare a svolgere il compito che ci affida quella Costituzione che il presidente Napolitano ha avuto il compito di costudire e preservare. Siamo dunque, qui, oggi, ad esaminare e votare importanti provvedimenti di immeditato impatto sul futuro dell’Ente regione e con esso del Molise intero”