HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Chiusura della sala operativa Anas, audizione in Regione: i capigruppo incontrano i...

Chiusura della sala operativa Anas, audizione in Regione: i capigruppo incontrano i sindacati

Oggi il confronto, alla presenza del presidente del Consiglio Quintino Pallante, dell’assessore Marone e dei consiglieri di maggioranza e opposizione


CAMPOBASSO. Possibile chiusura della Sala operativa dell’Anas del Molise, il presidente del Consiglio Quintino Pallante e i capigruppo consiliari hanno audito nella mattinata i rappresentanti delle organizzazioni sindacali Filt Cigl, Fit Cisl, Uilpa Anas, Ugl Viab e Log. Snala Cisal, Sada Fast Confsal, che avevano chiesto un confronto ai rappresentanti della Regione.

Presenti all’incontro l’assessore regionale alle infrastrutture, Michele Marone, e i consiglieri Roberto Di Pardo, Roberto Gravina, Andrea Greco, Micaela Fanelli, Vincenzo Niro, Stefania Passarelli, Massimo Sabusco, Alessandra Salvatore, Angelo Primiani. I diversi rappresentanti sindacali nei loro interventi hanno evidenziato come sia certamente importante e strategico per il Molise mantenere la Sala operativa dell’Anas in regione, non solo per non depauperare ulteriormente la sede di Campobasso, ma anche per mettere a frutto, tra le altre cose, la buona conoscenza degli operatori locali impegnati al fine di dare risposte più appropriate e tempestive alle evidenze che nel corso dell’anno la rete territoriale evidenzia, soprattutto in casi di eccezionalità dovute a nevicate o precipitazioni abbondanti, i coerenza peculiarità orografiche del territorio molisano.

Ma i sindacati hanno posto anche l’accento sulla necessità che la politica regionale supporti opportunamente la richiesta di passaggio di una importante parte della rete stradale molisana, circa 300 Km, dagli enti locali, che attualmente ne hanno specifica competenza e gestione, all’Anas. Passaggio chiesto al Governo nazionale soprattutto dal territorio e dagli stessi enti locali coinvolti, al fine di garantire un flusso di fondi adeguato ad assicurare la loro manutenzione e il loro miglioramento, alla luce delle nuove esigenze di mobilità. Tale passaggio – è stato sottolineato dai diversi interventi – sarebbe propedeutico e strategico per un’altra grande richiesta, che deve essere rivolta ai vertici nazionali dell’Azienda, per il ripristino della ‘Direzione territoriale autonoma Anas’ del Molise, l’ex Compartimento regionale a suo tempo soppresso e incluso con quello interregionale dell’Abruzzo.

I presidenti dei Gruppi consiliari, dopo aver ascoltato gli interventi delle diverse organizzazioni sindacali hanno svolto delle considerazioni sull’importanza di ripristinare la Direzione territoriale autonoma dell’Anas in Molise, sull’opportunità di sostenere il passaggio all’azienda della rete viaria proposta dagli enti locali, oltre che sulla necessità di garantire la permanenza della Sala operativa a Campobasso. Hanno quindi rivolto anche delle domande agli interlocutori e all’assessore Marone.

Sia i sindacati che l’assessore hanno dato risposte. In particolare, l’assessore Marone ha informato i presenti della richiesta che ha inviato ai vertici dell’Anas, e alla holding che la controlla, di tenere un incontro presso il Ministero dei Lavori pubblici per revisionare l’accordo a suo tempo firmato con le rappresentanze sindacali nazionali che, tra le altre cose, ha previsto la riorganizzazione della presenza territoriale dell’Azienda, e la conseguente soppressione della Sala operativa del Molise. Ciascun Capogruppo si è detto, poi, disponibile a sostenere in ogni modo, anche attraverso un atto di indirizzo la cui stesura e proposizione è stata affidata al Presidente Pallante, che dia forza al Governo regionale e all’Assessore Marone nel chiedere alle autorità nazionali competenti l’assicurazione di un’autonomia operativa, gestionale e organizzativa dell’Anas in Molise, per garantire flussi di finanziamento adeguati da destinare esclusivamente alla rete viaria regionale e per assicurare la tempestività e l’appropriatezza degli interventi sulle diverse arterie gestite.

Il Presidente Pallante, facendo sintesi delle informazioni ricevute nell’audizione e degli interventi dei diversi Consiglieri in merito, si è impegnato a redigere un coerente testo di atto di indirizzo all’Esecutivo che lo impegni ad intervenire presso le istituzioni preposte per chiedere che venda in primis scongiurata la soppressione della Sala Operativa dell’Anas di Campobasso e quindi il ripristino della Direzione territoriale autonoma del Molise, che non solo garantirebbe maggiore qualità e appropriatezza di interventi sulla rete viaria regionale, ma sarebbe utile alla stessa Anas per una migliore gestione delle infrastrutture di competenza e per un più adeguato utilizzo delle risorse per le reali necessità dei molisani. I diversi capigruppo hanno evidenziato l’utilità dell’attività di ascolto, posta in essere fin dall’inizio dell’attuale Legislatura, da parte delle forze politiche presenti in Consiglio, delle istanze provenienti dai cittadini organizzati, dal mondo sindacale e da quello dell’associazionismo, riguardanti particolari problematiche di impatto sul tessuto socioeconomico regionale.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Stop bullismo, alla Giovanni XXIII di Isernia il convegno #TuttaLaScuolaConnessa

Appuntamento fissato al 28 febbraio presso l'Istituto comprensivo, alle ore 10, per questa occasione di confronto e crescita ISERNIA. L'istituto Comprensivo Statale Giovanni XXIII di...

Musica, a Isernia i 24 Grana